Home > Dietrofront Bannon, 'sostengo Trump, figlio è patriota'

Dietrofront Bannon, 'sostengo Trump, figlio è patriota'

07.01.2018 - aggiornato: 07.01.2018 - 21:44

"Donald Trump jr è un patriota e una brava persona". Isolato dai suoi alleati politici e scaricato dai suoi finanziatori, l'ex stratega della Casa Bianca Steve Bannon fa una clamorosa marcia indietro sui commenti apparsi nel libro 'Fire and fury' di Michael Wolff.

Nel testo aveva definito "sovversivo" e "anti patriottico" il suo incontro con gli emissari russi alla Trump Tower durante la campagna elettorale.

A cinque giorni di distanza dalle prime anticipazioni esplosive del libro, dopo essere stato ripudiato e umiliato pubblicamente da Trump, Bannon cerca di ricucire ribadendo in un comunicato il suo "incrollabile" sostegno per il presidente e la sua agenda e tentando di 'salvare' il figlio mentre il Russiagate alza il tiro su Ivanka: pure lei incontrò i russi, anche se per breve tempo, nell'ascensore della Trump Tower.

I suoi commenti, spiega Bannon "rammaricato del ritardo nel rispondere al resoconto inaccurato" (del libro), erano rivolti non a Trump jr ma "a Paul Manafort, un professionista di lungo corso di campagne elettorali con esperienza e conoscenza di come operano i russi. Avrebbe dovuto sapere che sono sleali, furbi e non amici nostri". Dopo aver attribuito grottescamente le sue osservazioni ad un riflesso condizionato da guerra fredda, Bannon ribadisce che "non c'è stata alcuna collusione" con i russi e che "l'indagine è una caccia alle streghe".

Infine tende la mano a Trump per riallacciare il suo rapporto personale, definendo il tycoon "l'unico candidato che avrebbe potuto sfidare e sconfiggere l'apparato della Clinton" e se stesso come "l'unica persona finora che ha condotto uno sforzo globale per predicare il messaggio di Trump e del Trumpismo". Anche ora, conclude, è pronto a sostenere il presidente nei suoi sforzi per "rendere l'America di nuovo grande".

Nessuna scusa o rettifica invece per i commenti pesanti su Ivanka e il marito Jared Kushner, anche lui peraltro presente all'incontro con i russi.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg