Home > Catholica

Negli anni bui, l’accoglienza di Rivoir

10.02.2018 - aggiornato: 10.02.2018 - 14:36

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA - Il pastore valdese che aiutò i partigiani e i cileni in fuga.

di Laura Quadri

 

Si potrebbe dire, prendendo conoscenza della vita del pastore valdese Guido Rivoir, che le personalità migliori imparano a splendere nei momenti peggiori della storia. È di sicuro quello che hanno pensato i convenuti alla conferenza lui dedicata giovedì sera alla Biblioteca cantonale di Lugano, prima serata del progetto “Lugano Città Aperta”, tenuta in collaborazione con la Fondazione Federica Spitzer. Di origine valdostana (Champdepraz) ma di patria elettiva ticinese – residente a Lugano dal 1951 fino alla morte nel 2005 – studia teologia nelle facoltà valdesi di Firenze e Roma. Parte poi per l'Uruguay per offrire accompagnamento spirituale ai valdesi del posto; un compito che lo aiuta a sviluppare attitudini organizzative in situazioni umanamente difficili. Il ritorno in Italia, nel 1933, riapre il conflitto con il fascismo, con il quale si era già confrontato negli anni di studio. La stessa Tavola Valdese lo giudica troppo sovversivo e battagliero e nel 1937 gli ingiunge di partire per Lugano. È qui che darà il meglio di sé, aiutando prima i partigiani di guerra e poi i cileni in fuga da Pinochet. «La Provvidenza si è servita della mia testardaggine», dirà a commento di questo trasferimento. Ma anche in Svizzera, soprattutto dai finanziatori basilesi della Chiesa valdese, giungono critiche al suo attivismo sociale; ma ancora nel 1947, dichiara di aver bisogno «di seguire l'impulso del cuore e la voce della coscienza». Il golpe cileno del 1973 è in questo senso davvero un anno di svolta. Il governo svizzero, di fronte ai fatti, ha una reazione peculiare: riconosce subito la giunta di Pinochet.

Alla morte di Allende, a Palazzo federale non si espone nemmeno, come da protocollo, la bandiera per la morte di un capo di Stato. Conseguentemente, viene limitata fortemente anche l'affluenza dei profughi. Tutto questo fa risaltare, invece, la determinazione di Rivoir. L'iniziativa “Posti Liberi” a favore dei profughi cileni parte in realtà da Cornelius Koch, “il prete scomodo di Vogorno” che si deve scontrare con la Conferenza episcopale svizzera e il Dipartimento federale di Giustizia, che non condividono la sua linea; per questo decide presto di mettersi in ombra e di affidare a qualcuno meno profilato il coordinamento dell'azione: proprio Rivoir, che si muoverà con grande abnegazione ed efficacia, assumendo il ruolo a inizio febbraio 1974 e diventando figura di riferimento per i cileni in fuga. Egli è la persona ideale: nel suo animo vi è infatti un radicato antifascismo, uno spirito di intraprendenza e uno slancio battagliero, nonché buone capacità organizzative.

Doti che lo avevano spinto a seguire con intensità lo svolgersi della vicenda cilena: «La gente dimentica presto, persino le camere a gas. Troppo si dimentica. Dobbiamo gridare alto e forte e non dimenticare», avrà modo di dichiarare. Grazie al suo intenso lavoro, arrivano quindi in Svizzera ben 400 cileni. In un primo momento, Rivoir viene messo in stato d'accusa, cui seguirà però un decreto di abbandono, riconoscendo che ha agito per motivi umanitari.

Il Giardino dei Giusti, che verrà inaugurato il 26 aprile al parco Ciani di Lugano, vuole dare uno spazio a tutto questo: ricordare come un uomo solo, con la sua forza di volontà, sia stato capace di allargare l'orizzonte al di là della memoria nera del Novecento.

Catholica

Venduta la Lamborghini "del Papa"

Il ricavato dell'asta, 715mila euro, sarà destinato al finanziamento di tre progetti di carità. L'auto era stata donata a Francesco lo scorso 27 novembre …

Catholica

La suora che "cura" il Sud Sudan

IL PERSONAGGIO - Conosciamo suor Maria Martinelli, medico chirurgo in Sud Sudan, che venerdì sera ha portato la sua testimonianza al centro San Giuseppe di Lugano.

Catholica

Don Tonino, prete dalla parte degli ultimi

IL PERSONAGGIO - Mons. Antonio Bello, un vescovo dalle scelte forti e coraggiose, che il Papa ha voluto omaggiare visitando le sue terre e pregando sulla sua tomba.

Catholica

I 91 anni di papa Ratzinger

Per il compleanno del papa emerito viene presentato il documentario "Benedetto XVI, l’ora della verità", in onda per l'occasione su TV2000.

Catholica

Lo spunto per la predica? Da un'App

È nata l'applicazione che aiuta i sacerdoti nelle omelie. È il teologo Rupnik l’autore dei testi di "Clerus-App", l’ultimo strumento …

Catholica

"Sono rimasta, come atto d'amore"

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA - Conosciamo meglio Anan Alkass Yousif, vergine consacrata in una Baghdad dilaniata​.

Catholica

Speranza dentro la miseria

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA - La svizzera Lotti Latrous ha lasciato tutto per aiutare i malati di Aids.

Catholica

Accanto a chi porta una croce pesante

SPECIALE SETTIMANA SANTA - Incontro con don Vincent, cappellano della Fondazione Maddalena Grassi di Milano, che si occupa di disabili gravi e malati incurabili.

Catholica

Ricostruite le fattezze dell'uomo della Sindone

La rappresentazione 3D è stata realizzata da un artista a partire dagli studi di un professore dell’Università di Padova, studioso della reliquia.

Catholica

"Desidero vedere gli Adivasi felici"

SACRIFICIO QUARESIMALE - Dall’India la testimonianza di padre Caesar, uno degli ospiti della Campagna Ecumenica, che presenta il progetto nello Stato dell’Assam.

Catholica

In scena il dramma di Cristo sulla croce

IL PERSONAGGIO - Padre Finco, francescano che da anni firma spettacoli teatrali, propone nella chiesa del monastero delle Clarisse di Cademario l'opera di Haydn …

Catholica

Lanciato il trailer del film sul Papa

(IL VIDEO) "Papa Francesco. Un uomo di parola", che prende spunto dalla volontà che non fosse un film su papa Francesco ma con papa Francesco.

Catholica

Sulle sue labbra il "programma di Cristo"

IL PERSONAGGIO - Questa settimana vi presentiamo don Francesco Alberti, al centro di un incontro nell’ambito degli eventi de "Il Giardino dei Giusti" di …

Catholica

Verso il cambiamento tutelando i braccianti

SPECIALE SABATO - È in Sudafrica uno dei progetti della campagna ecumenica di Sacrificio Quaresimale, che si impegna in particolare nella formazione dei lavoratori.

Catholica

Musica e fede a sostegno dei più piccoli

SPECIALE SABATO - "Medjugorje per l’infanzia" compie 30 anni; numerosi i progetti concretizzati a favore di bambini e minorenni a cui la vita aveva tolto le …

Catholica

Viaggio del Papa nei Paesi baltici

Francesco si recherà in Lituania, Lettonia ed Estonia dal 22 al 25 settembre di quest'anno, dando seguito a un invito dei rispettivi capo di Stato e dei Vescovi.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg