Home > Ticino e Regioni > Luganese

Moncucco, un polo d’eccellenza

14.04.2015 - aggiornato: 14.04.2015 - 05:00

La Clinica Luganese ha vissuto un anno molto intenso tra nuova pianificazione e nuova proprietà, ma rimane salda ai suoi valori e principi.

(Foto maffi)

Tempo di bilancio per la Clinica Luganese, che ha vissuto un 2014 «di grandi incertezze e preoccupazioni generate dalla pianificazione ospedaliera da un lato e dalla cessione delle azioni societarie dall’altra». Le due Fondazioni di pubblica utilità “Fondation Assistance Internationale (FAI)” e “Praxedis” - che lo scorso dicembre hanno firmato il contratto di compravendita dei pacchetti azionari della Clinica Luganese SA e della Moncucco SA con la Congregazione delle Suore Infermiere dell’Addolorata - «garantiranno anche in futuro il mantenimento dello spirito cristiano, con la presenza della comunità delle Suore, la continuazione del carattere non Profit della struttura e l’osservanza del contratto collettivo di lavoro e degli impegni presi nel campo della formazione del personale».

IN ATTESA - Malgrado la firma del contratto di compravendita e il pagamento del prezzo pattuito, ad oggi il trapasso di proprietà non ha ancora potuto aver luogo in quanto subordinato all’autorizzazione delle competenti autorità vaticane. Le due Fondazioni, che detengono la maggioranza nei Consigli di Amministrazione della Clinica Luganese SA e della Moncucco SA, al momento non hanno ancora potuto assumere i compiti previsti in quanto la Congregazione delle Suore Infermiere dell’Addolorata rimane l’azionista unico.

OBIETTIVI BEN CHIARI - «Malgrado - fanno sapere i vertici della Clinica - le vincolanti e restrittive proposte di pianificazione ospedaliera avanzate dal Consiglio di Stato, che contemplano un’eccessiva frammentazione dei mandati di prestazione e l’introduzione di limiti di attività per ogni singola struttura, la Clinica Luganese nel corso del 2014 è stata in grado di mantenere salde le proprie offerte di cura». L’obiettivo primario in questo campo anche per il prossimo futuro resta quello di difendere i poli di eccellenza, spontaneamente profilatisi e ampliatisi nel tempo grazie e soprattutto alla concentrazione di competenze mediche di elevata qualità. La Clinica è infatti consapevole che «la qualità delle cure può essere garantita in prima battuta dai medici che si riuniscono al letto del paziente e che, per mezzo di una fitta rete di scambi, sono posti nella condizione di garantire all’ammalato le migliori terapie possibili».

DIFFICOLTÀ, MA... - Nonostante le difficoltà e le incertezze, la Clinica ha gestito e diretto l’attività 2014 «con programmaticità e concretezza». Tra le attività sanitarie di punta si possono citare la collaborazione con il servizio di chirurgia toracica del Kantonsspital di San Gallo. L’offerta strutturata, con la presenza regolare in Clinica del PD dr. med. André Dutly, offerta che ricalca il modello già applicato nel campo della chirurgia viscerale con il CHUV e che prevede la presenza regolare in Clinica del Prof. dr. med. Markus Schäfer, permetterà al nutrito e competente gruppo di medici oncologi e pneumologi della struttura di condividere le scelte terapeutiche a vantaggio dei pazienti seguiti dal centro di oncologia. Proprio lo sviluppo dell’attività oncologica – nel 2014 la Clinica Luganese ha fatto registrare nel Cantone, seconda solo all’Ospedale San Giovanni, il maggior numero di pazienti trattati per patologie oncologiche – è una conferma della bontà del progetto di sviluppo, lanciato nel 2009, di un polo oncologico basato sul principio della collaborazione multidisciplinare.

TUTTI SOTTO LO STESSO TETTO - Grazie alla presenza sotto lo stesso tetto di tutti gli approcci terapeutici (una chirurgia di punta, un’ottima oncologia medica e una radioterapia di eccellente livello), un reparto per le ospedalizzazioni e un servizio per i trattamenti ambulatoriali, «la Clinica può garantire ai propri pazienti una presa a carico a 360 gradi in un unico ambiente di cura a lui conosciuto. Soprattutto per la cura dei tumori del tratto gastrointestinale, dei tumori del distretto testa-collo, dei tumori polmonari e dei tumori urologici la Clinica può vantare elevate competenze sia a livello chirurgico che oncologico». Anche il servizio di urologia della Clinica Luganese, rafforzato nei mesi scorsi grazie all’arrivo di due nuovi medici – il dr. med. Jacopo Robbiani attivo anche presso l’Ospedale San Giovanni di Bellinzona, dove si occupa soprattutto di chirurgia robotica, e il dr. med. Oliver Passera – si conferma per il Sottoceneri, ma non solo, punto di riferimento per i disturbi urologici.

CURE INTENSE - Per quanto riguarda l’attività del servizio di Cure intense, il 2014 è stato un anno di grandi cambiamenti che ha visto, da una parte, l’introduzione di una gestione medico-infermieristica improntata sulle nuove raccomandazioni della Società svizzera di medicina intensiva (SSMI) e, dall’altra, il trasloco nei nuovi e moderni spazi appositamente edificati. Con l’entrata nei nuovi locali, le Cure intermedie si sono trasformate in Cure intense, ottenendo, grazie a un importante potenziamento dell’organico, la costituzione di un team medico e infermieristico dedicato che garantisce la supervisione continua dei pazienti accolti nel nuovo reparto. In questo campo la Clinica si prefigge di ottenere nel corso dei prossimi mesi il riconoscimento da parte della Società svizzera di medicina intensiva (SSMI) di sei letti di cure intense, diventando così l’unica struttura privata del Cantone con un’offerta in grado di rispettare tutti i criteri di qualità fissati in molti cantoni svizzeri quali condizioni indispensabili per continuare a svolgere attività somatiche acute in urgenza.

BEN FORMATI - Altri elementi fondamentali, «sui quali è importante investire in modo costante e che hanno permesso di raggiungere positivi e validi risultati», sono la formazione dei collaboratori e la volontà di posizionare al centro del processo di cura il paziente. Il tutto con un’oculata gestione delle risorse finanziarie, così come testimoniato da tariffe e costi di gestione, tra i più concorrenziali di tutta la Svizzera.

PIÙ PAZIENTI - Intanto i pazienti degenti sono cresciuti ancora, toccando quota 6.555 (erano 6.362 nel 2013), mentre i pazienti ambulanti sono calati da 39.901 a 39.058. Il 2014 ha inoltre vissuto un ampliamento della rete di medici specialisti. L’anno scorso ci sono stati parecchi cambiamenti anche nell’attività di cure intense, con il trasloco nei nuovi spazi appena edificati. L’organico è stato potenziato e nei prossimi mesi la Clinica mira ad ottenere il riconoscimento di sei letti di cure intense da parte della Società svizzera di medicina intensiva.

(RED)

Luganese

La carica dei 1.500 alla StraLugano

(LE FOTO) I fondisti, con in testa il vicesindaco di Lugano Roberto Badaracco, si sono lanciati per percorrere i 21.097 metri di puro fascino agonistico.

Luganese

103 anni: auguri a Lucie!

La signora Lucie Hasler, decana di Vernate, ha festeggiato in ottima salute e attorniata da tutti i suoi cari l'importante traguardo. Un omaggio anche da tutta la …

Luganese

I 100 anni di Pierina, auguri!

La signora Cadario è nata il 3 maggio 1918, residente dal 1942 a Paradiso. Il segreto della sua longevità si cela nel suo stile di vita semplice.

Luganese

"Ecco come combattere le fake news"

Il professore dell'USI Michael Bronstein ha sviluppato un metodo, fondato su algoritmi e intelligenza artificiale, che potrebbe dimostrarsi l’antidoto pi …

Luganese

Viaggio nel tempo alla scoperta dei samurai

(LE FOTO) Sarà possibile farlo a Villa Malpensata a Lugano, sede del Museo delle Culture, grazie alle armature donate da Paolo Morigi, per la prima volta in mostra.

Luganese

I 100 anni di Cecilia

La signora Cereghetti è nata il 29 marzo 1918 a Padova e negli anni '50 si è trasferita in Ticino, dove è stata attiva alle terme di Stabio e ha …

Luganese

Un nuovo castello alla Swissminiatur

(LE FOTO) Dopo il circo Knie, il modello del castello di Rapperswil, inaugurato oggi, riporta questa città all'interno della Svizzera in miniatura.

Luganese

Il caffè ticinese sbarca nella patria del tè

(LE FOTO) Due società ticinesi, la Masaba Coffee di Savosa e la Protoxtype di Mendrisio, hanno inaugurato domenica uno store nella città cinese di Heshan.

Luganese

Anche Paperino legge il Giornale del Popolo

Alla fiera del fumetto Uchronia Comics Convention, che si è tenuta durante il fine settimana a Lugano, Ivano Codina ha dedicato un'opera al GdP (IL VIDEO).

Luganese

Torna "Villa Ciani 3D"

Fino a giugno, ogni primo sabato del mese, i visitatori avranno la possibilità di poter visitare le sale dello storico edificio con altri occhi.

Luganese

Un orologio in ricordo di Clay Regazzoni

A 11 anni dalla scomparsa dell'ex pilota di Formula 1 ticinese, è stato prodotto un orologio da polso in suo onore, con tanto di autografo sul quadrante.

Luganese

Natale al GdP: "Un'avventura che continua"

Negli scorsi giorni, in occasione delle festività natalizie, il vescovo Valerio Lazzeri è venuto in visita alla redazione centrale di Lugano del Giornale del …

Luganese

Divertimento per tutti i gusti a MelideICE

La Piazza di Melide torna ad animare le festività. Ghiaccio, eventi e molte novità dal 24 novembre al 7 gennaio, con la possibilità di pattinare dal …

Luganese

S. Abbondio in... Eurovisione

La RSI trasmetterà in diretta nel Continente la Messa della mattina di Natale. Il presidente del Consiglio parrocchiale, Americo Bottani: «Una vetrina …

Luganese

La Cattedrale in mano ai bambini

(LE FOTO) Quasi 600 bambini hanno riempito l'edificio inaugurato a metà ottobre dopo i restauri in occasione del pomeriggio organizzato dall'Oratorio di Lugano …

Luganese

La maglia nro 8 dell'AS Sessa a Cassis

Il neoconsigliere federale, l'ottavo ministro ticinese (da qui il numero sulla maglia), è stato omaggiato dal presidente del Club malcantonese Ferruccio Beti. …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg