Home > Cultura

Teatro, le sfide della scena indipendente

29.07.2017 - aggiornato: 29.07.2017 - 14:53

Intervista a Margit Huber, responsabile del segretariato del TASI. L’Associazione teatrale guarda ai futuri cambiamenti anche con un progetto della SUPSI.

Gli studenti della SUPSI presentano le analisi e le conclusioni del loro Piano di marketing sociale, il progetto realizzato per il TASI e la sua attività.

di Manuela Camponovo

TASI (Teatri Associati della Scena Indipendente) quest’anno festeggia trent’anni dalla sua fondazione e lo fa con lo slogan ”Punto. A capo”. Un modo per tirare un bilancio e al tempo stesso indicare un nuovo inizio?

A fine gennaio 2017 il maggior numero delle associazioni di teatro e musica per artisti professionisti (incluso il TASI), che sono state fino ad ora sostenute dall’Ufficio Federale della Cultura, hanno ricevuto la comunicazione che il loro contributo verrà cancellato dopo un anno di transizione, ricevendo un ultimo sostegno in parte notevolmente ridotto. Finora era sufficiente avere una collaborazione stretta con le altre associazioni nazionali professionali. Ma il Consiglio Federale e l’UFC  non sono più disposti a sostenere sei organizzazioni di teatro, d’altra parte vogliono vedere  concretizzarsi l’Idée Suisse, un’idea molto difficile da realizzare nel teatro, non solo per la diversità culturale, ma anche a causa delle condizioni e situazioni di lavoro  molto differenti tra  le regioni linguistiche.

In cosa consiste l’Idée Suisse?

L’UFC chiede una fusione delle quattro associazioni, ACT (Associazione creatori teatrali indipendenti), SBKV (Associazione Svizzera dei Professionisti del Teatro, del Cinema e della Televisione), SSRS (Syndicat Suisse Romand du Spectacle)  e  del TASI. Questo vuol dire che l’esistenza di queste associazioni professionali è messa a rischio e richiede una radicale trasformazione. Per le altre due delle sei: “KTV ATP Associazione artisti–teatri–promozione, Svizzera” è in dialogo con “ACT” per fondare una nuova associazione. L’unica associazione teatrale che può rinnovare il contratto di prestazioni con l’UFC per i prossimi quattro anni è “UTS Unione dei Teatri Svizzeri”, paradossalmente un’associazione dei Teatri istituzionali (datori di lavoro) e non della Scena indipendente.

Quindi Punto. A capo, sì, è un modo per tirare un bilancio e al tempo stesso indicare un nuovo inizio, è una coincidenza che questo  cambiamento accada proprio nell’anno del 30° anniversario del TASI.

Continua a leggere sul GdP di oggi

Cultura

La passione per Tolkien in un museo

SPECIALE SABATO - Tra le vigne grigionesi sorge il “Greisinger Museum”, unico al mondo, che espone 10mila pezzi da collezione legati alla narrativa …

Cultura

Storie di montagna, di uomini e di donne

Al via il 25 agosto la 24esima edizione del Festival dei Festival. Oltre ai veri protagonisti della rassegna, ossia i migliori film su vette e cime del mondo, ci sarà …

Cultura

Un funzionale "paradiso" a Giubiasco

Intervista alla direttrice del nuovo centro artistico Kami Manns. A pochi passi dalla stazione vengono riutilizzati gli spazi di un ex fabbrica a scopi culturali.

Cultura

La sfida è valorizzare l'organo

Intervista all'organista Andrea Coen, protagonista del quinto concerto di Ceresio Estate, martedì 25 luglio nella Chiesa di Santa Maria del Sasso a Morcote.

Cultura

Quando i colori vincono sul dolore

IL PERSONAGGIO - La giovane artista berlinese di origini ebraiche Charlotte Salomon espone la sua opera fino al 25 giugno a Palazzo Reale di Milano.

Cultura

In libreria un inedito di Tolkien

Gioiranno i fan del professore di Oxford: dopo 100 anni verrà pubblicato "Beren e Lúthien", scoperto dal figlio Christopher Tolkien nel 1918.

Cultura

Nuove scoperte nelle grotte di Qumran

SPECIALE SABATO -  Proponiamo dal nostro inserto un'intervista sulle novità emerse durante la campagna di scavo realizzato dalla Facoltà di Teologia …

Cultura

Il sorriso della Gioconda? Felice

Dopo secoli, uno studio mette luce sull'alone di mistero attorno al famoso ed enigmatico sorriso della Monna Lisa.

Cultura

L’architetto degli zar, lo zar degli architetti

Giacomo Quarenghi alla Pinacoteca Züst di Rancate. Dal valore di questo artista cosmopolita emerge una delle stagioni più fulgide dell’ …

Cultura

Nel giardino creativo di Gaudì

Domani al Palacongressi un’opera multimediale dedicata all’architetto spagnolo, il cui testo è stato firmato da Gilberto Isella.

Cultura

Lungo le vie di Todorov, l’ultimo umanista

A pochi giorni dalla scomparsa, ricordiamo il grande studioso di semiologia e linguistica di origine bulgara.

Cultura

Da Tuttwil a Milano: la storia di Hoepli

All'USI un incontro-dibattito per raccontare la storia della famiglia svizzera che, partendo da una libreria a Milano, fondò la nota casa editrice. 

Cultura

Il latino? Un atto d’amore per la libertà

Nicola Gardini, docente di Letteratura italiana ad Oxford, ha scritto un racconto appassionato in cui a far da protagonista è la bellezza senza tempo della lingua latina …

Cultura

La vita del calciatore in scena a Bellinzona

Al teatro Sociale debutterà martedì 17, con repliche dal 19 al 22 gennaio, “Kubi”. Qui proponiamo interviste al giocatore, ad uno dei due registi e ad …

Cultura

Un tesoro di erudizione e passione

Antologia di brani selezionati dai lavori di Giovanni Orelli. Da “L’anno della valanga” alle delicate quartine per il nipote Francesco alle soglie del nuovo …

Cultura

Dalla locomotiva dei Lumière

In occasione dell'apertura di AlpTransit l'inserto culturale del GdP propone un omaggio al treno, mezzo protagonista di uno dei primissimi cortometraggi della storia. …

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg