Home > Cultura > TV

Sanremo, vince il duo Meta-Moro

11.02.2018 - aggiornato: 11.02.2018 - 02:02

Al secondo posto Lo Stato Sociale, terza Annalisa. A Ron il Premio Mia Martini. Successo per la prima edizione di Baglioni: ascolti mai così alti dal 1999.

© ANSA

Dopo gli inconvenienti della prima serata, il Festival di Claudio Baglioni ha via via trovato il suo ritmo e il suo equilibrio, macinando ascolti – con cifre che non si raggiungevano dal 1999 – e lodi all’unanimità. Così, anche la grande assente della prima serata, Laura Pausini, ha potuto esibirsi, come promesso, conquistando il suo momento da regina. Dopo aver presentato in prima mondiale il nuovo album, ha duettato con Baglioni in Avrai, che il cantautore scrisse per il figlio, presente in sala. E poi la sorpresa: mentre intonava la sua Come se non fosse stato mai amore, la cantante ha abbandonato il palcoscenico per raggiungere i fan accorsi fuori dall’Ariston. Fiorello, atteso anche per l’ultima serata, ha invece replicato il collegamento telefonico della cantante di martedì sera con la consueta simpatia.

La gara si è svolta senza particolari intoppi e con una curiosa ricorrenza: quella dei ballerini “agée”. Non solo Lo Stato Sociale con l’ormai mitica Paddy Jones, che dall’alto dei suoi 83 anni si è esibita in un nuovo numero di danza acrobatica: anche Renzo Rubino si è fatto accompagnare dai nonni materni, che hanno ballato abbracciati sul palco.

A un passo dalla premiazione, il bilancio per la direzione artistica di Baglioni appare già positivo: la sua formula più essenziale, fatta solo di canzoni, duetti e ospiti perlopiù italiani, ha finito per convincere tutti, dal pubblico ai professionisti della musica, come Adriano Celentano, che ha voluto inviare i suoi complimenti al cantautore. È stata una vera e propria consacrazione sul piccolo schermo anche quella di Pierfrancesco Favino. L’attore si è dimostrato uno showman a tutto tondo, capace di presentare, cantare, suonare… e di commuovere fino alle lacrime la platea, come quando ha recitato un brano da La notte poco prima della foresta di Bernard-Marie Koltès, storia di estraneità e di esclusione. Il monologo ha introdotto uno dei duetti più potenti dell’edizione, quello di Fiorella Mannoia e Baglioni sulle note di Mio fratello che guardi il mondo di Ivano Fossati.

Che dire poi di Michelle Hunziker, che fino all’ultimo si è dimostrata una grande padrona di casa, capace di traghettare la nave di Sanremo fino al porto sicuro della premiazione? Superando le polemiche sul suo cachet, la conduttrice ha presentato le serate con piglio deciso e autoironia, garantendo alla manifestazione il suo tono popolare, senza concedere nulla alla volgarità.

A chiudere le esibizioni della serata è stato uno dei pezzi più attesi del repertorio di Baglioni: Strada facendo, cantata con un trio di recente formazione, composto da Francesco Renga, Max Pezzali e Nek.

Infine, come ogni anno, la premiazione:

Ermal Meta e Fabrizio Moro con il brano Non mi avete fatto niente si sono aggiudicati la vittoria del Festival. Un risultato che arriva dopo una settimana difficile per i due cantanti, a rischio espulsione per un sospetto di plagio.

Al secondo posto Lo Stato Sociale con Una Vita in vacanza, e terza Annalisa con Il mondo prima di te.

È stato Ron con il brano Almeno Pensami, inedito di Lucio Dalla, a vincere il Premio della Critica intitolato a Mia Martini, mentre Max Gazzè per il brano La Leggenda di Cristalda e Pizzomunno ha vinto il Premio "Giancarlo Bigazzi" per la miglior composizione musicale, assegnato dall'Orchestra del Festival.

Elio e le storie tese si sono piazzati ventesimi con il loro brano di congedo, Arrivedorci. Una canzone tra le più deboli del loro repertorio, tanto che c’è chi vede in questo ultimo posto un premeditato scherzo finale…

FMO

TV

"C'era una volta..." la TV dei bambini

RAGAZZI E TV - La RSI sta rispolverando le sue produzioni migliori: il Gatto Arturo, la Bottega del signor Pietro e Cappuccetto a pois sono tornate in TV. Per la gioia di …

TV

Addio ad Adam West, Batman degli anni '60

Morto per leucemia, Adam West era l'indimenticabile Batman della serie TV con le scritte onomatopeiche. 

TV - The young Pope

In tempi di apertura, il cinema resta indietro

Sorrentino ci mostra un Papa arrabbiato e ingrato, banalizzando la ricerca del personaggio. E con questo film non ottiene i soliti consensi.

TV - Intervista

"La serialità ha fatto crescere pubblico e tv"

"Il mio primo dizionario delle serie tv cult" presenta 33 serie tv liberamente scelte dai suoi autori, che ci hanno spiegato il perché della loro selezione.

TV - Polemica

"Volevo mostrare il volto della nuova mafia"

Bruno Vespa risponde così alle critiche ricevute per aver ospitato a "Porta a Porta" Salvatore Riina, figlio del boss di Cosa Nostra Totò. 

TV - Rai e Mediaset

Libertà d’espressione o corsa all’audience?

Raffaele Sollecito esperto di giustizia a Mediaset e il figlio di Totò Riina ospite di Porta a porta: perché la televisione italiana sente l'esigenza di una …

TV - Sport Crime

Una serie sullo sport nella cornice di Lugano

Le riprese del prequel della serie tv ideata da Luca Tramontin iniziano febbraio nella Città sulle rive del Ceresio. La storia ruota intorno ad un’agenzia che si …

TV - Streaming

Netflix, boom di abbonati

La società che offre filme serie tv via internet ha chiuso l'anno con 5,6 milioni di abbonati in più. In Svizzera c'è dal 2014, ma solo da ottobre …

TV - Contro la RAI

L'Osservatore Romano: «Tv fuori controllo»

Il quotidiano critica gli errori dell'emittente pubblica italiana durante il Capodanno, fra cui parolacce e addirittura una bestemmia in diretta, «con l' …

TV - Il lavoro del corrispondente

La Città Eterna e l’Italia tra società e politica

QUI ROMA - In questa puntata del nostro viaggio alla scoperta dei corrispondenti della RSI andiamo in Italia con Nicola Agostinetti.

TV

Il pubblico incorona il nuovo don Camillo

La fiction con il prete investigatore registra indici di ascolto altissimi e la Rai raddoppia le puntate. L’arcivescovo di Spoleto Renato Boccardo invita però …
TV

Telecamere puntate sulle Olimpiadi invernali

Sochi 2014: La RSI presente con tv, radio e web.

TV

Dò tosan e tre valiis

Yor Milano ci dà qualche anticipazione sulla tradizionale commedia del 31 dicembre

TV

Michele è il vincitore di X-Factor 7

La settima edizione va ancora una volta ad un concorrente della squadra di Morgan, il giovane Michele Bravi.

TV

Meglio "The Americans" o "Homeland"?

Storie di spie e spionaggio nei mercoledì della RSI. Due serie TV in realtà molto diverse (ma altrettanto incredibili).

TV

Mission: stucchevole buonismo

Il programma della Rai non convince per nulla.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_sanremo_2018.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg