Home > Commenti > Commenti

Giovani a scuola di democrazia

24.02.2018 - aggiornato: 21.03.2018 - 13:22

È quanto si propone "La gioventù dibatte", un progetto di educazione alla cittadinanza destinato ai giovani. Ce ne parla il responsabile, Chino Sonzogni.

(KEYSTONE/Peter Klaunzer) 

di Chino Sonzogni*

 

Il degrado del dibattito pubblico è sotto gli occhi di tutti. Oggi lo scambio di opinioni - essenziali per la democrazia - è sovente caratterizzato dall’assenza di argomentazioni solide, fondate sui fatti e sulla logica. Trionfano sempre più i luoghi comuni, i pregiudizi, gli slogan e gli attacchi personali.

Partendo da questa realtà, in cui il confronto di idee fra persone che la pensano diversamente è arduo per non dire impossibile, per salvare la natura stessa del dibattito futuro è indispensabile educare i giovani a un confronto sui contenuti e rispettoso dell’altro, creando opportuni spazi a scuola e nella società.

È quanto si propone “La gioventù dibatte”, un progetto di educazione alla cittadinanza destinato ai giovani delle medie, medie superiori e professionali, che ha fatto proprio la massima di Lao Tze: «Invece di maledire il buio è meglio accendere una candela». In altre parole, invece di lamentarsi che i giovani non si interessano alle questioni sociali, economiche, ecologiche, etiche, non partecipano alla vita politica e non votano, da ormai dieci anni “La gioventù dibatte” propone forme di partecipazione concreta alla vita politica, soprattutto preparando i giovani al dibattito, strumento essenziale della democrazia.

Sostenere un dibattito non è una capacità innata. Il dibattito è un esercizio complesso, in cui è necessario possedere delle conoscenze e attivare delle competenze: documentarsi su un tema, ricercare e selezionare le informazioni, verificarne l’attendibilità, collegarle per costruire delle argomentazioni (e contro argomentazioni) razionali a sostegno della propria opinione, esprimerla in modo chiaro, fluido, convincente e rispettoso dell’altro. Il progetto «La gioventù dibatte» è essenzialmente educativo, ma un giorno all’anno offre ai giovani che lo desiderano l’opportunità di confrontarsi in un momento competitivo. Lunedì 26 febbraio per le scuole medie superiori e lunedì 5 marzo le scuole medie avranno luogo alla biblioteca cantonale di Bellinzona i concorsi di dibattito, aperti al pubblico, sostenuti dal DECS (Swisslos), dai Lions Club Ticino e da Coop cultura. Parteciperanno 84 giovani usciti dalle selezioni interne di 16 sedi scolastiche.

Gli studenti del liceo dibatteranno il tema caldo del momento: “Abolizione del canone radiotelevisivo (Abolizione del canone Billag)?” e un tema sempre più attuale con la crescente diffusione della digitalizzazione: “Si dovrebbero tassare i robot quando sostituiscono le persone nel lavoro?”. Gli allievi delle scuole medie saranno chiamati a confrontarsi su un tema legato alle nuove tecnologie nell’educazione: “Lo Stato dovrebbe fornire a ciascun allievo un tablet al posto dei libri nelle scuole dell’obbligo?” e sul controverso tema di un’iniziativa federale: “Si devono obbligare le multinazionali svizzere a rispettare i diritti dell’uomo e l’ambiente?”.

Fra i giurati, che valuteranno i giovani nei 50 dibattiti, che si susseguiranno nelle due giornate, ci saranno giornalisti, politici e personalità di ambiti professionali diversi.

 

* responsabile “La gioventù dibatte” per la Svizzera italiana

 

Commenti

Vecchio ordine e nuovo bipolarismo

TACCUINO ITALIANO - Il commento di Robi Ronza su quanto sta accadendo sulla scena politica italiana, con da una parte Mattarella e dall'altra Salvini e Di Maio.

Commenti

Una nota di solidarietà nella scuola

Il commento dello psichiatra Graziano Martignoni sulla tragedia evitata alla Commercio di Bellinzona, dove a suo avviso è emersa "una comunità sana".

Commenti

Inizia il tempo dell’annuncio

Don Massimo Braguglia nel suo commento si sofferma sulla perdita del senso delle solennità infrasettimanali come l'Ascensione, per i più solo opportunit …

Commenti

Profeta di amore e umanità

Il ricordo di Daniela Persico del regista Ermanno Olmi: "Ha riportato al centro della cultura il tema del ritorno alla terra, ma soprattutto dello spirito cattolico e …

Commenti

Le Palme, la Pasqua di tutti

Fra Edy Rossi-Pedruzzi, custode dei Cappuccini della Svizzera Italiana, si esprime sulla Domenica delle Palme.

Commenti

Ogni papà è anzitutto un figlio

Le riflessioni di Marco Squicciarini in occasione della Festa di San Giuseppe: "Oggi è una festa grande. Nessuno ne è escluso: padri, mariti, figli, …

Commenti

La "concordanza" svizzera, "l'inciucio" italiano

TACCUINO ITALIANO - Robi Ronza ci illustra le difficoltà che stanno caratterizzando a Roma il cammino verso il nuovo Governo, in relazione al nostro Paese. 

Commenti

Si cura meglio dando del tempo

In occasione della Giornata del malato, don Charles Azanshi sottolinea l'importanza di parlare con i pazienti e ascoltare chi soffre. Ciò spesso è la …

Commenti

Giovani a scuola di democrazia

È quanto si propone "La gioventù dibatte", un progetto di educazione alla cittadinanza destinato ai giovani. Ce ne parla il responsabile, Chino …

Commenti

"Noi, che abbiamo sperimentato la guerra"

Il commento di Padre Ibrahim Alsabagh che raccoglie con il Giornale del Popolo l'appello di papa Francesco nella Giornata di preghiera per la pace. 

Commenti

Le ambizioni neoimperiali di Erdogan

La Turchia è in Stato di emergenza dal fallito golpe del luglio 2016 e la condizione dei diritti fondamentali desta preoccupazione. Ce ne parla Marta Ottaviani nel suo …

Commenti

Il tempo come presenza

Il messaggio di don Willy Volonté per la Quaresima, tempo in cui affiora l'umano ferito e lo sguardo di Cristo domina, mentre aspettiamo la luce radiosa della sua …

Commenti

Positività e un sano realismo

Il bilancio di Remigio Ratti a un anno dell'entrata in servizio di AlpTransit: "È il momento di una positività che va colta nella sua portata di …

Commenti

Ma la Lombardia non è proprio la Catalogna

TACCUINO ITALIANO - Robi Ronza spiega le enormi differenze che ci sono tra il referendum in Catalogna e quelli in programma in Lombardia e Veneto il 22 ottobre.

Commenti

Alla SSR fra canone e impresa

Luigi Pedrazzini ricorda Claudio Generali, fra le altre cose già presidente della Cooperativa per la Radio Televisione della Svizzera italiana. 

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg