Home > Mondo

Barcellona, un milione a manifestazione Diada

11.09.2017 - aggiornato: 12.09.2017 - 08:04

Questo il numero delle persone scese in piazza in difesa del referendum di audeterminazione del 1° ottobre, secondo la rete pubblica catalana Tv3.

© EPA/ALBERTO ESTEVEZ

Un milione di persone ha partecipato questo pomeriggio a Barcellona alla grande manifestazione indipendentista organizzata in occasione della festa nazionale catalana della Diada in appoggio al referendum del 1° ottobre, riferisce la tv pubblica catalana Tv3 citando fonti della guardia urbana.

Prima dell'inizio della manifestazione, gli organizzatori avevano indicato che mezzo milione di persone si erano iscritte preventivamente.

Una marea umana si è riversata in un clima di festa su Paseig de Gracia, Carrer Aragona e Plaza Catalunya già ore prima dell'inizio ufficiale della concentrazione alle 17.14, simbolo dell'irredentismo catalano in ricordo della caduta di Barcellona l'11 settembre 1714 nelle mani dei Borbone. L'appello del President Carles Puigdemont, che con i suoi ministri è stato denunciato per avere convocato un referendum dichiarato "illegale" da Madrid e rischia 6 anni di carcere, ha mobilitato il popolo secessionista. In auto, treno e 1800 bus è accorsa nella capitale dalle valli dei Pirenei, le spiagge della Costa Brava, la Pianura dell'Ebro per formare un'enorme croce umana gialla fra Gracia e Aragona, con un 'sì' giallo in mezzo, quello della scheda del primo ottobre. Se si potrà votare.

"Il referendum è nelle mani del popolo", ha avvertito Puigdemont. E della sua capacità di manifestare agli occhi del mondo il proprio appoggio al "proces". Il "President" conta sulla mobilitazione permanente della gente per fermare il braccio repressivo di Madrid, che ha messo in campo polizia, magistrati e Corte costituzionale per impedire il voto. E non esclude il ricorso all'"arma atomica" dell'art. 155 della Costituzione del 1979 - adottata fra dittatura e democrazia - che consente di sospendere Puigdemont e l'autonomia catalana. Un'ipotesi che il "President", in aperta disobbedienza verso la legge spagnola in nome della "legittimità catalana", rifiuta. "Solo il parlamento di Barcellona - ha detto - può destituirmi".

Ma il difficile deve ancora venire. Molti prevedono che la mano di Madrid si farà sempre più pesante da domani, passata la Diada. La procura ha dato ordine alla polizia di sequestrare schede, urne e qualsiasi materiale elettorale. Finora ci sono state solo due perquisizioni, in una tipografia e in un giornale. Il ritmo ora si farà più serrato. Puigdemont e i suoi ministri sono indagati e potrebbero essere arrestati. Il "President" ha detto di non ritenerlo probabile prima del voto, con gli occhi del mondo puntati sulla Catalogna. Ma Rajoy non esclude nulla per impedire la "rottura" della Spagna. E, dice l'analista Jordi Juan, userà tutte le armi dello stato: "Ha giurato di impedire il referendum, se non lo facesse dovrebbe dimettersi".

La pressione del resto della Spagna, erede di mezzo secolo di centralismo franchista, è forte. Il 60% degli spagnoli non vuole che i catalani votino. A costo di usare l'art.155. Con il rischio che Puigdemont e i suoi ministri diventino martiri della causa, radicando ancora di più il separatismo. "Rajoy stia molto attento", scrive La Vanguardia, una sua vittoria con la forza "può rivelarsi una sconfitta a lungo termine".

 (Ats)

Mondo

Charlotte e George paggetti alle nozze reali

I figli del principe William e Kate affiancheranno il principe Harry e Meghan nella cerimonia del loro matrimonio sabato 19 maggio. Con loro altre 5 damigelle e 3 paggi.

Mondo

Dopo 139 anni, inviato l'ultimo telegramma

In Francia Orange ha messo fine a questo servizio di comunicazione, ormai superato dall'arrivo delle nuove tecnologie. Nel mese di aprile ne sono stati inviati 1'382. …

Mondo

Morto il ragno più anziano al mondo

Si tratta di una femmina di Gaius villous, di ben 43 anni, scoperta nel 1974 nell'Australia sud-occidentale. L'esemplare è morto... per una puntura di vespa.

Mondo

Svelato il nome del terzo royal baby

Louis Arthur Charles. È questo il nome del terzo figlio di William e Kate nato il 23 aprile. Da oggi ha dunque il titolo di  "Sua Altezza Reale il …

Mondo

L'isola che chiude per rifarsi il lifting

Da oggi la famosa isola di Boracay non sarà più accessibile ai turisti per 6 mesi, durante i quali si aggiusteranno le infrastrutture e soprattutto il sistema …

Mondo

Dopo 30 anni rispunta un Chagall rubato

Il dipinto "Otello e Desdemona" del 1911 era stato sottratto nel 1988 dalla casa di una coppia di New York; ora è stato recuperato grazie alle indicazioni …

Mondo

Svezia o Svizzera? Anche i grandi sbagliano

Al debutto dell'azienda svedese Spotify in borsa, sulla sede di New York è stata erroneamente issata la bandiera svizzera. Errore che non è passato …

Mondo

Il deserto del Sahara avanza

La superficie dell'area desertica è aumentata del 10% negli ultimi 100 anni. Ma potrebbe non essere l'unico.

Mondo

Turismo incivile a Venezia

Sarebbero svizzeri i due turisti che hanno ballato nudi nel campo di San Giacometto. Il gesto dei due giovani in preda ai fumi dell'alcol è stato filmato e …

Mondo

Stazione spaziale cinese disintegrata

Una palla di fuoco nella notte e il satellite di Pechino s'è distrutto durante il rientro. Allarme rientrato, i frammenti sono caduti nel Pacifico

Mondo

Addio a Linda Brown, la paladina dei diritti

Si è spenta in Kansan a 76 anni. Nel 1954 il suo caso portò a una sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti che abolì la segregazione razziale nelle …

Mondo

Il più giovane capo al mondo è a San Marino

Dal 1. aprile la Repubblica di San Marino viene guidata, come Capitano Reggente, da un ragazzo di 27 anni, Matteo Ciacci, nato il 5 maggio del 1990. 

Mondo

Addio a Sudan, la sua specie è ora a rischio

(LE FOTO) È morto l'ultimo rinoceronte bianco settentrionale maschio, che viveva nella riserva di Ol Pejeta Conservancy in Kenya; ora rimangono solo due femmine …

Mondo

Acqua alta da record a Venezia

La punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 110 cm: un'altezza non usuale in questo periodo dell'anno. 

Mondo

Addio a Hubert de Givenchy

Il celebre stilista, mito della Haute Couture, si è spento a 91 anni. È noto per aver lanciato l'omonima maison e aver vestito attrici come Audrey Hepburn.

Mondo

Asta da record per la "musa d'oro" di Picasso

Il quadro "Femme au béret età la robe quadrillée", ispirato a Marie-Thérèse Walter, è stato battuto a Sothebys's per …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg