Home > Mondo

Il ministro Varoufakis si dimette

06.07.2015 - aggiornato: 06.07.2015 - 15:24

L'annuncio su Twitter all'indomani del referendum in Grecia. «Mio dovere aiutare Alexis Tsipras a sfruttare come ritiene opportuno il capitale che il popolo greco ci ha garantito con il referendum di ieri». Dati definitivi referendum; no 61,3%, sì 38,7%.

(AP Photo/Daniel Ochoa de Olza, File)

EPA/JULIEN WARNAND

Il ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis, ha rassegnato le dimissioni, motivando la sua decisione con la volontà di aiutare il premier Alexis Tsipras a raggiungere un accordo al tavolo dei negoziati. 

Lo si apprende dal profilo Twitter di Varoufakis, dove pochi minuti fa il ministro ha scritto: «Minister No More!».  

"Subito dopo l'annuncio dei risultati del referendum, sono stato informato di una certa preferenza di alcuni membri dell'Eurogruppo e di 'partner' assortiti per una mia... 'assenza' dai loro vertici, un'idea che il primo ministro ha giudicato potenzialmente utile per consentirgli di raggiungere un'intesa", scrive Varoufakis, "per questa ragione oggi lascio il ministero delle Finanze", ha scritto sui suo blog. 

"Considero mio dovere aiutare Alexis Tsipras a sfruttare come ritiene opportuno il capitale che il popolo greco ci ha garantito con il referendum di ieri", ha aggiunto l'ex ministro, "e porterò con orgoglio il disgusto dei creditori".

 

 

varoufa.jpg

 

 

Classe 1961, economista (master Essex e Cambridge), di buona famiglia (il padre era un importante ex manager di Stato), Yanis Varoufakis è passato dall'essere un'icona anti-austerity a mastino di Alexis Tsipras che a poche ore dall'apertura delle urne referendarie aveva attaccato i creditori di Atene, accusandoli addirittura di "terrorismo". 

Messo da parte il suo sorriso glamour e accattivante, dalle colonne de 'El Mundo' si era lanciato a testa bassa contro i "nemici" di Bruxelles, con toni brutalmente aggressivi. L'ultima bordata prima del voto. "Posso dire che tutto quello che sta accadendo in Grecia in questi giorni - aveva attaccato Varoufakis - lo avevano preparato fin dall'inizio, che già cinque mesi fa era pronto un piano per farla finita con un governo che non accettava di farsi ricattare 'dall'establishment' europeo".

 

 

Atene chiede nuova liquidità, occhi puntati sulla BCE

 

 

Dati definitivi referendum; no 61,3%, sì 38,7%  

I risultati definitivi del referendum greco, diffusi dal ministero dell’Interno di Atene, confermano sostanzialmente i dati parziali: con 19.159 sezioni scrutinate su 19.159 (il 100%), i no si attestano sul 61,31% (3.558.450 voti) e i sì al 38,69% (2.245.537 voti). Hanno partecipato al voto 6.161.140 cittadini, pari al 62,5% degli aventi diritto.  

 

La reazione dei mercati

 

(red)

 

Articoli correlati:

«Prelievi forzosi sui conti correnti»

Varoufakis: «Intesa vicina anche se vinceranno i no»

Banche e Borsa chiuse in Grecia

Euro contro dracma: Atene va ai rigori

Varoufakis: «I creditori fanno terrorismo»

Mondo

Morta la cantante dei "The Cranberries"

La 46enne Dolores O'Riordan è scomparsa "improvvisamente" a Londra, ha fatto sapere il suo agente, senza tuttavia indicare le cause del decesso.

Mondo

Il castello con 6'500 proprietari

L'operazione di crowdfounding per salvare la struttura ha raccolto 500mila euro. Ogni donatore è diventato in questo modo non solo azionista, ma anche co- …

Mondo

È morto Johnny Hallyday

Il più popolare musicista di Francia combatteva da tempo contro un tumore ai polmoni. Nonostante la malattia mantenne l'impegno di cantare in tournée l' …

Mondo

Germania: si torna al passato?

Il presidente Steinmeier convoca i capi dei partiti giovedì prossimo e spinge perché torni la Grosse Koalition tra CDU e SPD.

Mondo

Sopravvive all'Olocausto, a 102 anni incontra il nipote

Il resto della famiglia era stato deportato dal ghetto. Per decenni è stato convinto che fossero morti tutti, invece suo fratello si era salvato e aveva avuto un …

Mondo

A 280 km/h invece di 120

È successo a Neuenburg, in Germania, a 30 km dal confine svizzero, e il pirata della strada è un 18enne domicilato a Basilea Città. 

Mondo

È morto Malcom Young

È stato il chitarrista e fondatore, assieme ad Angus, degli AC/DC, noto gruppo musicale  …

Mondo

In beneficenza la Lamborghini del Papa

L'auto consegnata a Francesco dai vertici della casa automobilistica verrà battuta all'asta e il ricavato andrà a favore della realizzazione di tre …

Mondo

Da sogno a realtà: i veri supereroi

(FOTO E VIDEO) Il fotografo Josh Rossi ha donato superpoteri a sei bambini con gravi malattie e disabilità: "Sono le nostre debolezze che ci rendono forti".

Mondo

Bill Gates e la città smart nel deserto

Il "papà" di Microsoft avrebbe investito quasi 80 milioni di dollari per un'area in Arizona con l'obiettivo di costruire una cittadina, Belmont, basata …

Mondo

Il terzo "royal baby" atteso per aprile

Lo ha annunciato Kensington Palace, sottolineando che i duchi di Cambridge sono molto felici per la nuova maternità. Kate intanto continua a soffrire per le nausee.

Mondo

Addio ad Aldo Biscardi

Il noto giornalista sportivo italiano, che aveva creato la trasmissione "Il processo del lunedì", è scomparso a quasi 87 anni. Era ricoverato da qualche …

Mondo

Frida, il labrador simbolo di speranza

In Messico è una celebrità: ha 7 anni e lavora accanto ai soccorritori per ritrovare persone rimaste intrappolate sotto le macerie. Ha salvato finora 52 vite.

Mondo

È morto Gastone Moschin

L'attore italiano ha partecipato a molti film tra cui Amici Miei, il secondo capitolo de Il Padrino e Milano Calibro 9. 

Mondo

Treno deraglia in India, 4 morti

Sei carrozze sono uscite dai binari nello Stato settentrionale di Uttar Pradesh. Il bilancio delle vittime potrebbe peggiorare dato che ci sono anche 50 feriti.

Mondo

Malala ammessa a Oxford

L'attivista pakistana, premio Nobel per la Pace 2014, ha annunciato che studierà politica, filosofia ed economia.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg