Home > Mondo

Jet russo viola i cieli turchi: sale la tensione

30.01.2016 - aggiornato: 30.01.2016 - 23:48

Erdogan ha annunciato di aver chiesto un incontro a Putin. Al fianco di Ankara si è schierata la Nato. Due mesi fa l'abbattimento del jet di Mosca da parte della Turchia aveva fatto precipitare i rapporti tra i due Paesi.

L'aereo russo abbattuto a novembre. (foto EPA)

Torna a salire alle stelle la tensione tra Turchia e Russia. A poco più di due mesi dall'abbattimento del jet di Mosca al confine siriano, che aveva fatto precipitare i rapporti tra i due Paesi, ancora una volta è la denuncia di Ankara di una violazione del suo spazio aereo a scatenare lo scontro, che al momento resta solo di parole.

 

Secondo la ricostruzione del ministero degli Esteri turco, ieri mattina un cacciabombardiere russo Sukhoi Su-34 ha violato i suoi cieli al confine con la Siria, nonostante diversi "avvertimenti in russo e in inglese". Un'azione negata con decisione dalla Russia. Lo scontro torna però ai massimi livelli.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è intervenuto usando parole di fuoco contro il "tentativo di creare un'escalation di tensione nella regione", parlando di gesto "irresponsabile" che se ripetuto potrà avere "conseguenze". Il comportamento di Mosca, aggiunge, rischia di avere l'effetto di "danneggiare la pace globale", proprio mentre i due Paesi si schierano su fronti opposti nella partita dei colloqui Onu sulla Siria, appena iniziati a Ginevra.

Lo stesso Erdogan annuncia di aver già chiesto un incontro a Vladimir Putin attraverso i canali diplomatici ufficiali, dopo che ieri sera era stato convocato l'ambasciatore russo ad Ankara per avvisarlo che la Turchia riterrà Mosca colpevole di ogni eventuale "grave" sviluppo negativo. Come già in passato, la Russia nega con decisione l'accusa di aver violato i cieli turchi, specificando che né la sua difesa aerea in Siria né i radar di Damasco hanno rilevato sconfinamenti.

 

A fianco di Ankara si schiera subito la Nato. In un comunicato il segretario generale Jens Stoltenberg condanna la violazione dello spazio aereo turco e invita la Russia ad agire "con responsabilità", evitando "comportamenti pericolosi". A dicembre, ricorda poi Stoltenberg, "gli Alleati hanno deciso di aumentare la presenza di aerei Awacs nei cieli della Turchia, nell'ambito del rafforzamento delle difese aeree turche".

Dopo l'abbattimento il 24 novembre scorso del jet di Mosca al confine con la Siria, che secondo Ankara aveva violato i suoi cieli, i due Paesi continuano a restare ai ferri corti. Già prima di quell'incidente, la Turchia aveva denunciato in più occasioni sconfinamenti russi dopo l'inizio della sua campagna militare a fianco del regime di Bashar al Assad.

 

(Ats)

 

 

Articoli correlati:

«La bomba piazzata da un meccanico»

Jet abbattuto, Putin: «Conseguenze tragiche»

 

 

Mondo

Dopo 30 anni rispunta un Chagall rubato

Il dipinto "Otello e Desdemona" del 1911 era stato sottratto nel 1988 dalla casa di una coppia di New York; ora è stato recuperato grazie alle indicazioni …

Mondo

Svezia o Svizzera? Anche i grandi sbagliano

Al debutto dell'azienda svedese Spotify in borsa, sulla sede di New York è stata erroneamente issata la bandiera svizzera. Errore che non è passato …

Mondo

Il deserto del Sahara avanza

La superficie dell'area desertica è aumentata del 10% negli ultimi 100 anni. Ma potrebbe non essere l'unico.

Mondo

Turismo incivile a Venezia

Sarebbero svizzeri i due turisti che hanno ballato nudi nel campo di San Giacometto. Il gesto dei due giovani in preda ai fumi dell'alcol è stato filmato e …

Mondo

Stazione spaziale cinese disintegrata

Una palla di fuoco nella notte e il satellite di Pechino s'è distrutto durante il rientro. Allarme rientrato, i frammenti sono caduti nel Pacifico

Mondo

Addio a Linda Brown, la paladina dei diritti

Si è spenta in Kansan a 76 anni. Nel 1954 il suo caso portò a una sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti che abolì la segregazione razziale nelle …

Mondo

Il più giovane capo al mondo è a San Marino

Dal 1. aprile la Repubblica di San Marino viene guidata, come Capitano Reggente, da un ragazzo di 27 anni, Matteo Ciacci, nato il 5 maggio del 1990. 

Mondo

Addio a Sudan, la sua specie è ora a rischio

(LE FOTO) È morto l'ultimo rinoceronte bianco settentrionale maschio, che viveva nella riserva di Ol Pejeta Conservancy in Kenya; ora rimangono solo due femmine …

Mondo

Pulizie al Muro del Pianto

Fervono i preparativi per la Pasqua ebraica e come da tradizione a Gerusalemme i guardiani sono impegnati nella raccolta dei bigliettini votivi infilati tra le pietre.

Mondo

Acqua alta da record a Venezia

La punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 110 cm: un'altezza non usuale in questo periodo dell'anno. 

Mondo

Addio a Hubert de Givenchy

Il celebre stilista, mito della Haute Couture, si è spento a 91 anni. È noto per aver lanciato l'omonima maison e aver vestito attrici come Audrey Hepburn.

Mondo

Asta da record per la "musa d'oro" di Picasso

Il quadro "Femme au béret età la robe quadrillée", ispirato a Marie-Thérèse Walter, è stato battuto a Sothebys's per …

Mondo

Il castello con 6'500 proprietari

L'operazione di crowdfounding per salvare la struttura ha raccolto 500mila euro. Ogni donatore è diventato in questo modo non solo azionista, ma anche co- …

Mondo

Sopravvive all'Olocausto, a 102 anni incontra il nipote

Il resto della famiglia era stato deportato dal ghetto. Per decenni è stato convinto che fossero morti tutti, invece suo fratello si era salvato e aveva avuto un …

Mondo

A 280 km/h invece di 120

È successo a Neuenburg, in Germania, a 30 km dal confine svizzero, e il pirata della strada è un 18enne domicilato a Basilea Città. 

Mondo

In beneficenza la Lamborghini del Papa

L'auto consegnata a Francesco dai vertici della casa automobilistica verrà battuta all'asta e il ricavato andrà a favore della realizzazione di tre …

Accesso e-GdP

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg