Home > Mondo

Odore di paura e di speranza nel Mediterraneo

11.09.2017 - aggiornato: 11.09.2017 - 12:45

Francesco Muratori e Mauro Triani hanno trascorso una settimana sulla nave Aquarius. Il reportage andrà in onda il 16 settembre, dopo l’anteprima pubblica del 14.

© Foto dal web

di Francesca Monti

Volevano fare una cronaca di quello che succede nel Mediterraneo, durante un’estate in cui il dibattito internazionale sul tema delle migrazioni ha assunto toni particolarmente accesi. Ma per il giornalista Francesco Muratori e il regista Mauro Triani, trascorrere una settimana a bordo della nave Aquarius della ONG SOS Mediterranee è stata un’esperienza difficile da rielaborare con distacco giornalistico.

Per questo il loro reportage Pescatori di uomini - che sarà trasmesso all’interno di Strada Regina, sabato 16 settembre alle 18.35 - ha assunto in fase di postproduzione la forma del diario di viaggio, narrato in maniera intima, in prima persona. «Non sono andato su quella nave con uno spirito umanitario, bensì con la curiosità personale di capire cose stesse accadendo» ci ha spiegato Muratori «soprattutto partendo dal fatto che i media dipingono i migranti come un numero, dimenticando che dietro a queste cifre ci sono storie, persone, drammi». Dopo una fase preparatoria, la troupe ha potuto riprendere la parte “operativa” dei salvataggi, che si è concentrata in un solo giorno: «In 15 ore abbiamo raccolto 1.032 persone, di cui 60 minori tra gli 11 e i 16 anni non accompagnati: ci vorranno mesi perché riescano a rimettersi in contatto con i loro genitori» racconta Muratori. Che evidenzia anche come tutte e tre le operazioni siano state coordinate dalla Guardia Costiera di Roma («Hanno accusato le ONG di essere colluse con questi mercanti di uomini, ma non è così», sottolinea il giornalista). Da qui, l’impossibilità di rimanere testimoni inerti di quel dramma, e la collaborazione con i volontari e il personale di Medici Senza Frontiere a bordo: «C’erano momenti in cui ti sentivi in imbarazzo a riprendere, quando potevi lasciare la telecamera e dare una mano» spiega Triani. La collaborazione con gli altri operatori, provenienti da Italia, Francia e Germania, è venuta del tutto naturale, come ricorda Muratori: «Abbiamo fatto i turni di notte per controllare che tutto fosse in ordine, ho distribuito 1.032 sacchetti per tutta la giornata con i beni di prima necessità, c’erano condizioni fisiche e igieniche al limite».

Se rimane ancora difficile rielaborare razionalmente l’esperienza vissuta in quei sette giorni, le emozioni provate, invece, appaiono del tutto chiare. Per Muratori è indelebile il ricordo «dell’odore della paura a bordo: un odore forte di benzina mischiato al sudore e all’acqua di mare». Per Triani, quello della notte di guardia sul ponte, con 1.000 persone su una nave in grado di contenerne 600: «Dovevo fare attenzione a dove mettevo i piedi per non schiacciare le mani o la testa di qualcuno: quando mi sono trovato in mezzo a questo mare di persone sdraiate ho provato a proiettarmi al loro posto, e devo dire che questo è stato un momento decisivo della mia esperienza». Le testimonianze delle persone soccorse in mare sono state raccolte in un secondo momento, quando alla paura e alla diffidenza si è sostituito il desiderio di raccontare la propria storia. L’idea è quella di usare la telecamera per vincere il distacco dalla situazione dei migranti da parte dell’opinione pubblica: «Il problema dell’accoglienza e dell’integrazione è la punta dell’iceberg, e nessuno in Europa può dare una risposta politica, perché nessuno può smettere di fare accordi con Governi corrotti; gli avamposti in queste zone sono solo i frati, i sacerdoti, le missioni, dove si cerca di fare cultura, prevenzione, di dare istruzione. Ma sono solo loro, non c’è altra via per ora» conclude Muratori.

Anteprima pubblica il 14

Sarà possibile incontrare gli autori di Pescatori di uomini all’anteprima pubblica del documentario prevista per giovedì 14 settembre alle 20, al Centro La Torre di Losone. Alla proiezione seguiranno infatti le testimonianze e il dibattito con Muratori e Triani, con don Jean-Luc Farine, con Beatrice Brenni (volontaria del Centro di accoglienza di Chiasso) e con Antonio Simona (ex direttore del Centro di registrazione e procedura di Chiasso). L’ingresso è libero. Per informazioni: scrivere all’indirizzo redazionecatt[at]gmail[dot]com.

Mondo

Cittadinanza per l'eroe del Mali

Premiato l'uomo che si è arrampicato al quarto piano di un palazzo di Parigi per salvare un bambino.

Mondo

Charlotte e George paggetti alle nozze reali

I figli del principe William e Kate affiancheranno il principe Harry e Meghan nella cerimonia del loro matrimonio sabato 19 maggio. Con loro altre 5 damigelle e 3 paggi.

Mondo

Dopo 139 anni, inviato l'ultimo telegramma

In Francia Orange ha messo fine a questo servizio di comunicazione, ormai superato dall'arrivo delle nuove tecnologie. Nel mese di aprile ne sono stati inviati 1'382. …

Mondo

Morto il ragno più anziano al mondo

Si tratta di una femmina di Gaius villous, di ben 43 anni, scoperta nel 1974 nell'Australia sud-occidentale. L'esemplare è morto... per una puntura di vespa.

Mondo

Svelato il nome del terzo royal baby

Louis Arthur Charles. È questo il nome del terzo figlio di William e Kate nato il 23 aprile. Da oggi ha dunque il titolo di  "Sua Altezza Reale il …

Mondo

L'isola che chiude per rifarsi il lifting

Da oggi la famosa isola di Boracay non sarà più accessibile ai turisti per 6 mesi, durante i quali si aggiusteranno le infrastrutture e soprattutto il sistema …

Mondo

Dopo 30 anni rispunta un Chagall rubato

Il dipinto "Otello e Desdemona" del 1911 era stato sottratto nel 1988 dalla casa di una coppia di New York; ora è stato recuperato grazie alle indicazioni …

Mondo

Svezia o Svizzera? Anche i grandi sbagliano

Al debutto dell'azienda svedese Spotify in borsa, sulla sede di New York è stata erroneamente issata la bandiera svizzera. Errore che non è passato …

Mondo

Il deserto del Sahara avanza

La superficie dell'area desertica è aumentata del 10% negli ultimi 100 anni. Ma potrebbe non essere l'unico.

Mondo

Turismo incivile a Venezia

Sarebbero svizzeri i due turisti che hanno ballato nudi nel campo di San Giacometto. Il gesto dei due giovani in preda ai fumi dell'alcol è stato filmato e …

Mondo

Stazione spaziale cinese disintegrata

Una palla di fuoco nella notte e il satellite di Pechino s'è distrutto durante il rientro. Allarme rientrato, i frammenti sono caduti nel Pacifico

Mondo

Addio a Linda Brown, la paladina dei diritti

Si è spenta in Kansan a 76 anni. Nel 1954 il suo caso portò a una sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti che abolì la segregazione razziale nelle …

Mondo

Il più giovane capo al mondo è a San Marino

Dal 1. aprile la Repubblica di San Marino viene guidata, come Capitano Reggente, da un ragazzo di 27 anni, Matteo Ciacci, nato il 5 maggio del 1990. 

Mondo

Addio a Sudan, la sua specie è ora a rischio

(LE FOTO) È morto l'ultimo rinoceronte bianco settentrionale maschio, che viveva nella riserva di Ol Pejeta Conservancy in Kenya; ora rimangono solo due femmine …

Mondo

Acqua alta da record a Venezia

La punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 110 cm: un'altezza non usuale in questo periodo dell'anno. 

Mondo

Addio a Hubert de Givenchy

Il celebre stilista, mito della Haute Couture, si è spento a 91 anni. È noto per aver lanciato l'omonima maison e aver vestito attrici come Audrey Hepburn.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg