Home > Mondo

USA: morto "Marlboro man", aveva cancro polmoni

27.01.2014 - aggiornato: 28.01.2014 - 00:29

Negli anni '70 aveva spopolato come testimonial per la multinazionale del tabacco. Aveva 72 anni.

È morto per un cancro ai polmoni Eric Lawson, il "Marlboro Man" che negli anni '70 aveva spopolato come testimonial per la multinazionale del tabacco. Aveva 72 anni. Nell'annunciare la morte la moglie non ha usato giri di parole, spiegando come il marito sia stato vittima di una insufficienza respiratoria causata da una bronco pneumopatia cronica ostruttiva. La causa: il fumo.
Lawson, del resto, fumava da quando aveva 14 anni, ed era diventato famoso grazie agli spot della Marlboro in cui interpretava le vesti di un vigoroso cowboy che si accende la sigaretta mentre tiene le briglie di un cavallo. Erano gli anni in cui la Marlboro aveva fatto di quella figura uno degli elementi dominanti delle sue campagne pubblicitarie. L'icona di veri cowboy, uomini da rodeo e attori che si accendono una sigaretta ha tenuto banco sui cartelloni pubblicitari, in tv e persino sul retro delle carte da gioco come simbolo di virilità.
Lawson, che aveva avuto anche piccole parti in serie televisive come Baretta, Charlie's Angels, Dynasty e Baywatch, ma la cui carriera cinematografica è stata stroncata nel 1997 dopo un incidente sul set, non aveva perso il vizio neanche dopo aver fatto il testimonial alla rovescia, ossia parlando dei danni del fumo, per uno spot parodia dello stesso Marlboro Man.
"Sapeva che il fumo era pericoloso per lui - racconta la moglie Susan - ma nonostante ciò non riusciva a smettere". Una passione che alla fine gli è costata la vita dopo essersi ammalato di BPCO, la cui causa principale secondo gli studiosi è il fumo da tabacco, e che nel mondo colpisce circa 329 milioni di persone.
In realtà Lawson non è il primo Marlboro Man a morire per i danni causati dal fumo. Come una sorta di maledizione, prima di lui ce ne sono stati altri tre: David Millar è morto per enfisema polmonare nel 1987, mentre nel 1992, a soli 51 anni, è morto di cancro Wayne McLaren. Dopo essere stato colpita da un cancro, McLaren era diventato paladino delle campagne antifumo al punto che la Philip Morris, proprietaria della Marlboro, nel tentativo di salvare la sua immagine aveva dichiarato che il cowboy non era mai apparso in uno dei suoi spot. Come risposta, McLaren rese noti gli assegni che provavano la sua collaborazione con la Marlboro. Infine nel 1995 è toccato a David McLean il quale aveva dichiarato di essere arrivato a fumare cinque pacchetti al giorno.

Mondo

Cittadinanza per l'eroe del Mali

Premiato l'uomo che si è arrampicato al quarto piano di un palazzo di Parigi per salvare un bambino.

Mondo

Charlotte e George paggetti alle nozze reali

I figli del principe William e Kate affiancheranno il principe Harry e Meghan nella cerimonia del loro matrimonio sabato 19 maggio. Con loro altre 5 damigelle e 3 paggi.

Mondo

Dopo 139 anni, inviato l'ultimo telegramma

In Francia Orange ha messo fine a questo servizio di comunicazione, ormai superato dall'arrivo delle nuove tecnologie. Nel mese di aprile ne sono stati inviati 1'382. …

Mondo

Morto il ragno più anziano al mondo

Si tratta di una femmina di Gaius villous, di ben 43 anni, scoperta nel 1974 nell'Australia sud-occidentale. L'esemplare è morto... per una puntura di vespa.

Mondo

Svelato il nome del terzo royal baby

Louis Arthur Charles. È questo il nome del terzo figlio di William e Kate nato il 23 aprile. Da oggi ha dunque il titolo di  "Sua Altezza Reale il …

Mondo

L'isola che chiude per rifarsi il lifting

Da oggi la famosa isola di Boracay non sarà più accessibile ai turisti per 6 mesi, durante i quali si aggiusteranno le infrastrutture e soprattutto il sistema …

Mondo

Dopo 30 anni rispunta un Chagall rubato

Il dipinto "Otello e Desdemona" del 1911 era stato sottratto nel 1988 dalla casa di una coppia di New York; ora è stato recuperato grazie alle indicazioni …

Mondo

Svezia o Svizzera? Anche i grandi sbagliano

Al debutto dell'azienda svedese Spotify in borsa, sulla sede di New York è stata erroneamente issata la bandiera svizzera. Errore che non è passato …

Mondo

Il deserto del Sahara avanza

La superficie dell'area desertica è aumentata del 10% negli ultimi 100 anni. Ma potrebbe non essere l'unico.

Mondo

Turismo incivile a Venezia

Sarebbero svizzeri i due turisti che hanno ballato nudi nel campo di San Giacometto. Il gesto dei due giovani in preda ai fumi dell'alcol è stato filmato e …

Mondo

Stazione spaziale cinese disintegrata

Una palla di fuoco nella notte e il satellite di Pechino s'è distrutto durante il rientro. Allarme rientrato, i frammenti sono caduti nel Pacifico

Mondo

Addio a Linda Brown, la paladina dei diritti

Si è spenta in Kansan a 76 anni. Nel 1954 il suo caso portò a una sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti che abolì la segregazione razziale nelle …

Mondo

Il più giovane capo al mondo è a San Marino

Dal 1. aprile la Repubblica di San Marino viene guidata, come Capitano Reggente, da un ragazzo di 27 anni, Matteo Ciacci, nato il 5 maggio del 1990. 

Mondo

Addio a Sudan, la sua specie è ora a rischio

(LE FOTO) È morto l'ultimo rinoceronte bianco settentrionale maschio, che viveva nella riserva di Ol Pejeta Conservancy in Kenya; ora rimangono solo due femmine …

Mondo

Acqua alta da record a Venezia

La punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 110 cm: un'altezza non usuale in questo periodo dell'anno. 

Mondo

Addio a Hubert de Givenchy

Il celebre stilista, mito della Haute Couture, si è spento a 91 anni. È noto per aver lanciato l'omonima maison e aver vestito attrici come Audrey Hepburn.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg