Home > Ticino e Regioni > Luganese

Mitoraj: il “massagnese” più misterioso di sempre

08.10.2014 - aggiornato: 08.10.2014 - 10:19

Il famosissimo scultore delle teste giganti dal 2008 al 2011 ha abitato a Massagno. Ma nella zona nessuno lo ha conosciuto personalmente.

Mitoraj nel 2004 alla posa dell’Eros bendato in piazza Indipendenza. (fotogonnella)

di loris trotti

Igor Mitoraj: da una parte la fama dell’artista, uno degli scultori contemporanei più noti al mondo, dall’altra una “façon de vivre” estremamente discreta e riservata. Perlomeno quella sciorinata a Massagno, anche se di ostentato, durante questo capitolo esistenziale di Mitoraj, c’era ben poco. Lo scultore, registrato presso il Comune di Massagno come “Igor Gaillot Mitoraj, nato il 26 marzo del 1944”, ha abitato in via Miravalle 12 dal 2008 al 2011, in un grande appartamento. Ma, a quanto pare, sebbene in molti fossero al corrente della sua presenza, praticamente nessuno ha avuto il piacere di conoscerlo di persona.

Questa situazione si è verificata un po’ per via del suo aplomb e un po’ per la tipica discrezione dei ticinesi, poco inclini a intrufolarsi nella vita delle celebrità (e non sono poche quelle che vivono nel Luganese). «Non ho mai avuto modo di conoscerlo - spiega il sindaco di Massagno Giovanni Bruschetti - perché era una persona molto riservata». Non lo ha mai avvicinato nemmeno l’ex segretario comunale Damiano Ferrari («Mitoraj non si è mescolato alla vita sociale del Comune», ci ha detto) e nemmeno il giornalista Alberto Dell’Acqua che, pur risiedendo nella stessa via, lo ha incontrato «soltanto una qualche volta a passeggio, con una compagna o un’amica, ma di più non so dire».

Persino i vicini di casa e i condomini, nel rispetto della privacy, non hanno indagato sulla vita privata di Igor Mitoraj, persona a loro nota per il nome e per l’attività artistica svolta, ma non per le implicazioni umane. E neppure Fabrizio Quadranti, direttore delle Scuole elementari di Massagno e legato al mondo della cultura comunale aveva mai avuto a che fare con Mitoraj, così come Enrico Morresi, giornalista della RSI oggi in pensione: «Che Mitoraj vivesse a Massagno era noto, ma il Comune è grande e conta oltre 5.000 abitanti, per cui è difficile incontrarsi». 

Nato il 26 marzo del ’44 a Oederan (in Germania) da madre polacca e padre francese, Mitoraj ha passato buona parte della sua vita creativa tra Parigi (dove risiedeva dal 1968) e Pietrasanta, città toscana da lui visitata nel 1979 e in cui si trasferì nel 1983, aprendo un grande studio. I viaggi a Parigi, dove peraltro si è spento lunedì scorso a causa di una malattia, continuarono regolarmente. Il soggiorno a Massagno, per certi versi, assomiglia a quello di Pietrasanta, in quanto Mitoraj scoprì le bellezze di Lugano nel 2002, anno in cui diverse sue statue vennero esposte nelle vie cittadine, in una delle ultime grandi esposizioni promosse dal Museo d’Arte moderna. E, un qualche anno dopo, decise di trasferirsi proprio nei dintorni di Lugano, per la precisione in via Miravalle a Massagno.

 

Luganese

La carica dei 1.500 alla StraLugano

(LE FOTO) I fondisti, con in testa il vicesindaco di Lugano Roberto Badaracco, si sono lanciati per percorrere i 21.097 metri di puro fascino agonistico.

Luganese

103 anni: auguri a Lucie!

La signora Lucie Hasler, decana di Vernate, ha festeggiato in ottima salute e attorniata da tutti i suoi cari l'importante traguardo. Un omaggio anche da tutta la …

Luganese

I 100 anni di Pierina, auguri!

La signora Cadario è nata il 3 maggio 1918, residente dal 1942 a Paradiso. Il segreto della sua longevità si cela nel suo stile di vita semplice.

Luganese

"Ecco come combattere le fake news"

Il professore dell'USI Michael Bronstein ha sviluppato un metodo, fondato su algoritmi e intelligenza artificiale, che potrebbe dimostrarsi l’antidoto pi …

Luganese

Viaggio nel tempo alla scoperta dei samurai

(LE FOTO) Sarà possibile farlo a Villa Malpensata a Lugano, sede del Museo delle Culture, grazie alle armature donate da Paolo Morigi, per la prima volta in mostra.

Luganese

I 100 anni di Cecilia

La signora Cereghetti è nata il 29 marzo 1918 a Padova e negli anni '50 si è trasferita in Ticino, dove è stata attiva alle terme di Stabio e ha …

Luganese

Un nuovo castello alla Swissminiatur

(LE FOTO) Dopo il circo Knie, il modello del castello di Rapperswil, inaugurato oggi, riporta questa città all'interno della Svizzera in miniatura.

Luganese

Il caffè ticinese sbarca nella patria del tè

(LE FOTO) Due società ticinesi, la Masaba Coffee di Savosa e la Protoxtype di Mendrisio, hanno inaugurato domenica uno store nella città cinese di Heshan.

Luganese

Anche Paperino legge il Giornale del Popolo

Alla fiera del fumetto Uchronia Comics Convention, che si è tenuta durante il fine settimana a Lugano, Ivano Codina ha dedicato un'opera al GdP (IL VIDEO).

Luganese

Torna "Villa Ciani 3D"

Fino a giugno, ogni primo sabato del mese, i visitatori avranno la possibilità di poter visitare le sale dello storico edificio con altri occhi.

Luganese

Un orologio in ricordo di Clay Regazzoni

A 11 anni dalla scomparsa dell'ex pilota di Formula 1 ticinese, è stato prodotto un orologio da polso in suo onore, con tanto di autografo sul quadrante.

Luganese

Natale al GdP: "Un'avventura che continua"

Negli scorsi giorni, in occasione delle festività natalizie, il vescovo Valerio Lazzeri è venuto in visita alla redazione centrale di Lugano del Giornale del …

Luganese

Divertimento per tutti i gusti a MelideICE

La Piazza di Melide torna ad animare le festività. Ghiaccio, eventi e molte novità dal 24 novembre al 7 gennaio, con la possibilità di pattinare dal …

Luganese

S. Abbondio in... Eurovisione

La RSI trasmetterà in diretta nel Continente la Messa della mattina di Natale. Il presidente del Consiglio parrocchiale, Americo Bottani: «Una vetrina …

Luganese

La Cattedrale in mano ai bambini

(LE FOTO) Quasi 600 bambini hanno riempito l'edificio inaugurato a metà ottobre dopo i restauri in occasione del pomeriggio organizzato dall'Oratorio di Lugano …

Luganese

La maglia nro 8 dell'AS Sessa a Cassis

Il neoconsigliere federale, l'ottavo ministro ticinese (da qui il numero sulla maglia), è stato omaggiato dal presidente del Club malcantonese Ferruccio Beti. …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg