Home > Ticino e Regioni > Ticino

Livelli A e B alle Medie: "Toglierli sarebbe un errore"

15.04.2014 - aggiornato: 15.04.2014 - 08:47

C'è discriminazione, ma il rimedio sarebbe peggiore del male. Tra oggi e domani il tema in discussione in Gran Consiglio.

(Foto Maffi)

Una minoranza della Commissione scolastica, capeggiata da Claudia Crivelli Barella, nel 2012 aveva proposto di abolire i livelli A e B per le scuole medie , a favore di un sistema che preveda classi uniche. Il gruppo aveva sottolineato il carattere discriminatorio, inefficace e la troppo precoce selezione imposta dal sistema attuale. La maggioranza però, confortata dal parere di numerosi esperti, ritiene che ciò porterebbe più problemi che vantaggi. 
Abbiamo voluto sentire il parere di Roberto Laffranchini, direttore della Scuola media Parsifal di Sorengo, istituto privato parificato che sottostà dunque alle direttive cantonali.
 
Direttore, come valuta il sistema dei livelli per la scuola media?
Nell’attuale struttura scolastica, il sistema dei livelli (corsi A e B) in matematica e tedesco è necessario. Bisogna differenziare la proposta specifica di ogni materia, non tutti gli alunni hanno le stesse attitudini. 
È vero che ci sono anche dei problemi: un livello B porta ad avere più difficoltà per il futuro. Un datore di lavoro, con la licenza media di un allievo, non ha informazioni utili per valutare chi ha davanti, tranne questi livelli e la valutazione del comportamento; è portato dunque a preferire chi ha i livelli A. Ci sono poi dei ragazzi, inseriti nel livello B di una o due materie, che possiedono delle caratteristiche potenzialmente utili, professionalmente, che naturalmente non appaiono sulla licenza. 
 
Unificare i livelli quindi per lei è sbagliato?
Con la struttura che abbiamo attualmente, è improponibile. I problemi derivanti da una unificazione dei livelli già si presentano per le materie che un tempo erano separate in livelli. I docenti di scienze, per esempio, si sono già resi conto di non riuscire a portare avanti un programma, pur tentando di differenziare i temi ed adattandosi alle varie difficoltà di apprendimento. 
Non si può pensare di eliminare il problema eliminando i corsi A e B, il livello scolastico si abbasserebbe notevolmente e la selezione si verificherebbe poi comunque in seguito, nelle scuole superiori o durante l’apprendistato.
 
Non ritiene dunque il sistema attuale discriminatorio e troppo precoce nel valutare le capacità di un allievo?
Che sia discriminatorio non lo nego, ma non ritengo si risolva la questione abolendolo, ripeto. La legge in materia di insegnamento scolastico permette di passare dal livello B a quello A in qualunque momento. Il “salto” è fattibile, ed è preciso compito ed obbiettivo dei docenti di invogliare gli alunni verso questo passaggio. Da anni lavoriamo così e abbiamo esperienza sufficiente per dire che se c’è voglia di miglioramento, la si vede chiaramente. Non è corretto dunque dire che sia prematuro, a 12-13 anni, decidere dell’indirizzo futuro di un ragazzo. 
 
Martino Milani
Ticino

Un Gran Oro al Ticino ai Mondiali del Merlot

Il "Vigna d'Antan" dell'azienda Brivio di Mendrisio è stato giudicato "Miglior vino del concorso". Altre 20 medaglie d'oro sono state …

Ticino

77 nuovi diplomati all'USI

(LE FOTO) La consegna dei diplomi è avvenuta nell'aula magna dell'USI di Lugano. Sono stati consegnati 39 diplomi di Bachelor e 38 di Master.

Ticino

Tre laureati alla SUPSI da... Oscar

(LE FOTO) La famigerata statuetta per i migliori effetti speciali è andata a Blade Runner 2049. Nel team che ha curato la post-produzione del film c'erano tre …

Ticino

Casa dello studente, aperte le iscrizioni

La struttura, in particolare per giovani che scelgono di frequentare una scuola lontana da casa, si trova al Centro Gioventù e Sport di Bellinzona e offre 16 posti. …

Ticino

58 nuovi laureati in Scienze economiche

La consegna dei diplomi è avvenuta oggi pomeriggio, nell'aula magna dell'USI di Lugano a 58 studenti di 9 nazionalità diverse.

Ticino

Monete antiche restituite alla Serbia

Il lotto, sequestrato prima che venisse venduto e confiscato grazie a una procedura del Ministero pubblico ticinese, rappresentano testimonianze storiche e culturali.

Ticino

I Diplomati Master 2018 della SUPSI

La cerimonia si è tenuta al LAC di Lugano, durante la quale è intervenuto anche Daniele Finzi Pasca con un videomessaggio di auguri per i 52 neodiplomati.

Ticino

Dalle aziende ticinesi 60mila franchi a UNICEF

(LE FOTO) Si è tenuta ieri a Lugano la serata di beneficienza organizzata dal Comitato Svizzero per l’UNICEF dal titolo “L’impegno del Ticino per …

Ticino

I primi 16 ispettori ambientali ticinesi

La cerimonia di consegna degli attestati si è tenuta a Contone. Questa nuova formazione permetterà al Cantone di fare un passo avanti nella regolarità dei …

Ticino

Espoprofessioni, premiato un allievo di Cevio

Il concorso "SAMT CUBE" lanciato dalla Scuola d'arti e mestieri di Trevano è stato vinto da Athos Cadei, che si aggiudica una videocamera.

Ticino

La raccolta dei vestiti la fanno i postini

Nel mese di aprile Texaid dà la possibilità di lasciare presso la propria cassetta della posta gli indumenti usati. Gli appositi sacchi saranno poi raccolti dai …

Ticino

(Ri) Abbonati e... vincenti!

Ecco tutti i vincitori del concorso abbinato alla Campagna Abbonamenti del Giornale del Popolo; i premi in palio erano ben 82.

Ticino

Due locomotive storiche in transito

(LE FOTO) I due mezzi, che trainavano diverse carrozze storiche, sono arrivati ad Airolo martedì da Lyss e sono poi ripartiti alla volta di Bodio e poi di Locarno.

Ticino

Una raccolta fondi per Tavolino Magico

L'hanno lanciata Ars Medica e Genolier Foundation, tramite la riscossione di parte dell'incasso (poi da loro raddoppiato) sui menu "Charity" al ristorante …

Ticino

Difficoltà in matematica? Ecco perché

Una ricerca della SUPSI, svolta sugli allievi di quinta elementare, indica che i bambini tendono a effettuare una lettura poco profonda del testo di un problema.

Ticino

Fredda primavera meteorologica

È iniziata il 1. marzo all'insegna della neve. Per la primavera astronomica bisognerà attendere il 20 marzo, quando si verificherà l'equinozio di …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg