Home > Sport

Sarà una pausa, questa, di lavoro e di riflessioni

02.11.2015 - aggiornato: 24.06.2016 - 13:13

Il primo fine settimana dopo la (doppia) rivoluzione di ottobre ha regalato ai nuovi coach sorrisi soltanto a metà – Ora c’è la nazionale.

foto Crinari

di Flavio Maddalena

 

Benvenuta pausa, benvenuta come rare altre volte. Tanto su un fronte dell’hockey cantonale quanto sull’altro, il “time-out” consacrato alla nazionale sarà senza dubbio prezioso. In primis, per metabolizzare le rispettive scosse decise dalle dirigenze una decina di giorni fa. E quindi, sempre con la linea sopra il capo, per provare a riportare in carreggiata un campionato per nulla già compromesso ma comunque ormai lanciato verso il giro di boa.

Il primo fine settimana dopo la (doppia) rivoluzione di ottobre ha regalato sorrisi soltanto a metà. Da un lato, l’en-plein di venerdì con le vittorie su Langnau e Friborgo: successi fatti di cuore, cinismo e disciplina. Dall’altro, le battute d’arresto di sabato: di misura ma indicative di tutta una serie di problemi ancora presenti. Com’è inevitabile che sia, in fondo. Nessuno poteva pretendere che il cambio della guida tecnica avrebbe risolto tutti i problemi nel giro di una settimana.

I due allenatori hanno lasciato una prima buona impressione, indubbiamente, e un’impronta sotto certi punti di vista già visibile: a Lugano si è riacceso il fuoco sacro (anche se in trasferta proseguono le delusioni, vedi Ginevra) e ad Ambrì è tornato un po’ di ordine (anche se si continuano a pagare gli svarioni individuali, vedi Mäenpää). Su entrambi i fronti, però, sarà una pausa di... lavoro intenso, in questi prossimi dieci giorni. Nei quali Doug Shedden e Hans Kossmann dovranno riuscire a forgiare una squadra chiamata a lanciarsi – e per davvero – alla riscossa dal 10 di questo mese in avanti.

Nel frattempo, i grattacapi non mancano pure lontano dal ghiaccio. Il club bianconero, trovato – proprio ieri – un assistente per Shedden nella persona di Pat Curcio, dovrà seriamente interrogarsi se trovare pure un quinto straniero. Sia il DS che il coach, alla Resega, la scorsa settimana avevano ribadito una volta ancora l’intenzione di proseguire con gli effettivi già presenti in rosa. Si sa, però, che le opinioni possono cambiare anche in fretta (vedi Fischer), e dal ghiaccio non sono arrivati segnali confortanti, se pensiamo in particolare allo strano caso del fromboliere (addormentato) Martensson. Sempre in riva al Ceresio, poi, tengono banco i discorsi legati ad un possibile arrivo di Raphael Diaz. Trattativa finora sempre smentita, ma non per questo meno realizzabile (vedi Brunner 2014).

 

In Leventina, invece, oltre all’eventualità del rinnovo di Hamill – onestamente poco probabile, visto il rientro convincente di Hall in prima linea – impazza più che mai la telenovela Pestoni. Negli scorsi giorni sono emersi alcuni retroscena legati alle trattative di mercato del numero 18 biancoblù. L’Ambrì-Piotta la sua offerta l’ha fatta, con un termine (fine agosto) entro il quale però di risposte non ne sono giunte. Il presidente Lombardi ha fatto capire che di salti mortali non se ne stanno (più) facendo, per trattenere il suo pupillo, pur mantenendo socchiusa la porta. Nel frattempo, il giocatore ribadisce che deciderà soltanto quando ne sarà convinto al 100%.

 

In questi giorni, Inti sarà in Germania, con la nazionale. Lontano dalla Valascia, e dalle voci per forza di cose sempre più invadenti (il diretto interessato inizia visibilmente ad esserne innervosito, ma d’altra parte l’enorme interesse dei media – ma non solo – riguardo a questa vicenda è inevitabile), potrà forse riflettere con più serenità. E chissà allora che il figlio della Valle – dato per vicinissimo al club più cittadino della Svizzera (Zurigo) – ne arrivi a una proprio in questi giorni. Giorni di pausa quindi? No, piuttosto di lavoro, e di riflessioni.

 

 

Sport

Fabienne Suter appende gli sci al chiodo

La 32enne sciatrice svizzera ha deciso di ritirarsi dalle competizioni. All'origine della scelta con ogni probabilità i molti infortuni subiti in carriera.

Sport

Culina rinnova a Lugano

L'attaccante croato, che si sta riprendendo da un infortunio, rimarrà in bianconero per almeno altre due stagioni.

Sport

Prevendita biglietti per le partite dell'HCL

Da ora si possono acquistare quelli per gli incontri di regular season casalinghi del Lugano in programma a febbraio.

Sport

Addio al grande Enzo Maiorca

Il "signore degli abissi", apneista di fama internazionale, si è spento ieri a Siracusa all'età di 85 anni. Leggendarie alcune sue imprese.

Sport - Ginnastica

Colpo doppio per Steingruber

Oro nel volteggio e nel corpo libero per la sangallese agli Europei di Berna. La ticinese Käslin quarta nella trave.

Sport

Blatter commentatore per "Schweiz am Sonntag"

Lo ha comunicato il direttore del domenicale, precisando che l'ex presidente della FIFA si alternerà ogni due settimane con lo …

Sport - Formula 1

Tris di un intrattabile Rosberg in Cina

Il tedesco della Mercedes centra l'ennesima vittoria in questo inizio di stagione, dominando la gara in lungo e in largo. Dietro di lui Vettel e Kyvat.

Sport - Bob

Bronzo svizzero ai mondiali

L'equipaggio elvetico di bob a due conquista il terzo posto. Germania prima e seconda.

Sport

Chi si vede sul GdP...

In esclusiva per le pagine sportive del nostro giornale, da oggi le vignette dei MiniPeople.

Sport - Campagna abbonamenti

Lugano, hockey e calcio più vicini

Le due società bianconere hanno annunciato una campagna abbonamenti congiunta per il finale di stagione. Previsti sconti del 15%. Ecco come acquistare gli abbonamenti. …

Sport - Calcio

Ancelotti allenerà il Bayern Monaco

Il tecnico emiliano al posto di Pep Guardiola ha firmato un contratto triennale da luglio 2016. Dopo Italia, Inghilterra, Francia e Spagna Ancelotti approda in Germania nella …

Sport

La riga e la squadra, il cantiere di Kossmann

L’Ambrì sta provando a reinventarsi per tornare tra le prime 8, ma ...

Sport - Aveva 40 anni

Rugby in lutto, è morto Jonah Lomu

Considerato la più grande stella degli All Blacks. Si è spento a causa di un arresto cardiaco nella sua casa di Auckland. Era malato da tempo.

Sport - Miglior sportivo ticinese

La preferita è ancora Lara Gut

La sciatrice votata migliore sportiva ticinese del 2015. Secondo l'atleta paralimpico Murat Pelit, terzo il biancoblù Pestoni. Fra i giovani vince Pezzati.

Sport

Sarà una pausa, questa, di lavoro e di riflessioni

Il primo fine settimana dopo la (doppia) rivoluzione di ottobre ha regalato ai nuovi coach sorrisi soltanto a metà – Ora c’è la nazionale. …

Sport - Ticino

Club sportivi contro la violenza negli stadi

Firmate le convenzioni relative al concordato sulle misure contro la violenza in occasione di manifestazioni sportive

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg