Home > Svizzera

"A Cassis (che c'invita a cena) chiederei..."

01.03.2018 - aggiornato: 02.03.2018 - 10:10

Abbiamo chiesto ai deputati ticinesi a Berna di fare una domanda al ministro visto che ieri sera la Deputazione è stata davvero sua ospite in un ristorante della capitale. 

© Ti-Press / Francesca Agosta

Di serio ci sono la cena e le domande. Tutto il resto è un gioco. A cominciare dall’idea di domandare ai deputati ticinesi a Berna di fare una domanda al ministro Ignazio Cassis, visto che ieri sera la Deputazione è stata davvero ospite del direttore del Dipartimento degli Affari esteri in un noto ristorante della capitale. Tra il formale e l’informale, visto che comunque è stato il primo incontro tra i parlamentari e il consigliere federale da quando quest’ultimo è subentrato a Didier Burkhalter, ci siamo chiesti cosa avrebbero potuto dirsi tra una portata e l’altra.

Il primo a rispondere è il senatore PPD, Filippo Lombardi. «Gli chiederei come si possono sbloccare i rapporti con l’Unione europea in modo costruttivo per il nostro Paese», ci dice il consigliere agli Stati. «Inoltre mi piacerebbe sapere quale ruolo sta giocando la Svizzera nei conflitti mediorientali». Sulla stessa lunghezza d’onda, la vicepresidente del Nazionale Marina Carobbio (PS). «Vorrei sapere cosa intende fare il nostro Paese per far sì che quello che sta succedendo in Siria e ad Afrin termini al più presto, perché il Consiglio federale è silente su questo tema». 

Di tenore più europeo l’interrogativo di Giovanni Merlini, consigliere nazionale PLR. «Gli chiederei se ha sott’occhio la tempistica di alcuni dossier attualmente bloccati con l’UE, come l’accesso al mercato finanziario o i dazi agricoli, nell’ambito delle discussioni sull’accordo quadro: non vorrei infatti che su alcuni di questi, si perda il treno». Più rivolto alla controparte italiana il ragionamento del consigliere nazionale PPD Fabio Regazzi. «Gli domanderei se crede veramente nella volontà dell’Italia di sbloccare la situazione per quel che riguarda i vari temi che ci vedono coinvolti da anni, come l’accordo sui frontalieri».

Lorenzo Quadri, deputato della Lega in Nazionale, ripesca il “famoso” tasto reset, evocato in campagna elettorale da Cassis in relazione ai rapporti con l’UE. «Nominare il principale negoziatore svizzero con l’UE, il buon Balzaretti, notoriamente “eurofilo” ed “euroturbo” fa parte della strategia reset o l’esatto contrario?». Dello stesso avviso il consigliere nazionale UDC, Marco Chiesa. «Non è che si sta perdendo tempo sulla ripresa dinamica e automatica del diritto europeo nell’ambito dell’accordo quadro, visto che se si andrà in questa direzione sarà sicuramente un “no”?». Analogo l’interrogativo della parlamentare al Nazionale leghista, Roberta Pantani. «Di che colore è il tasto reset, visto che non l’ha ancora trovato? Che cosa ha trovato nel Dipartimento del suo predecessore? Burkhalter ha fatto reset o ha lasciato degli incarti in sospeso?».

A sua volta improntata all’UE è la domanda del senatore PLR, Fabio Abate. «In che misura è urgente trovare una soluzione con l’UE considerato come nel 2019 sarà un anno di elezioni anche per i Paesi che circondano?». Del medesimo tenore il quesito del consigliere nazionale PPD, Marco Romano. «Visto che a Bruxelles la Svizzera non sembra la priorità e vengono prese decisioni che vanno contro i nostri interessi e non sembra esserci una disponibilità a trovare soluzioni a lungo termine, non è il caso nei prossimi due anni di dimenticare Bruxelles e focalizzare su Roma, Parigi e Berlino per rafforzare i contatti con i nostri tre grandi Paesi vicini che sono i tre pilastri dell’UE attuale?».

Forse perché abituato alle competizioni (sportive) il deputato PLR al Nazionale, Rocco Cattaneo gli chiederebbe il segreto dei «suoi nervi saldi e della calma che sta mantenendo, nonostante le enormi pressioni sulla questione UE. Davvero, come fai, Ignazio?».

(AN.B.)

 

 

Svizzera

Un morto per una manovra azzardata

L'incidente, avvenuto a Oberglatt (ZH), ha coinvolto due auto che si sarebbero sorpassate più volte. Una di esse è poi uscita di strada e l'autista …

Svizzera

Un sorriso per riflettere sulle... uguaglianze

(IL VIDEO) La nuova campagna di Pro Infirmis "Siamo tutti uguali. Nessuno è più uguale" mostra situazioni imbarazzanti in cui proprio tutti siamo gi …

Svizzera

IKEA ritira la bicicletta SLADDA

Sono infatti giunte all'azienda 11 segnalazioni di incidenti, dovuti a problemi alla catena che rischia di rompersi, che in due casi hanno causato lesioni lievi.

Svizzera

Migros ritira il filetto di salmone "Norway"

Una partita del prodotto reca date di vendita e scadenza errate, ossia più lunghe di un mese. I clienti possono riportarlo in una filiale ed essere rimborsate.

Svizzera

Burgdorf città più "ciclofila" della Svizzera

Il borgo del canton Berna rimane la città più favorevole alla bicicletta, davanti a Coira e a Winterthur. Tra le località in classifica non ci sono …

Svizzera

Passato il tunnel, ecco il nuovo ristorante

Dopo nove mesi di lavori di costruzione, a inizio maggio apre i battenti il nuovo imponente stabile dell'area di servizio San Gottardo in direzione sud, nel Canton Uri.

Svizzera

Tre cuccioli a sorpresa a Gossau

Nella notte tra lunedì e martedì sono nate tre tigri siberiane presso lo zoo sangallese; non si era certi della gravidanza della mamma Julinka.

Svizzera

A 209 km/h per vedere la partita

L'automobilista è stato fermato dalla polizia lucernese in autostrada dove il limite di velocità è di 120 km/h. Ritirata la patente e confiscato il …

Svizzera

La verdura preferita è la carota

In Svizzera ne vengono infatti consumate 7,91 chilogrammi pro capite all'anno. Al secondo posto si piazzano i pomodori, con 6,61 chili a persona. Al terzo i peperoni. …

Svizzera

Record di cicogne in Svizzera

Sono oltre 1000 gli esemplari nel nostro Paese. Una ricerca ha evidenziato che questi uccelli siano diventati più sedentari, molti infatti non migrano più in …

Svizzera

Sfrecciava a 109 km/h sui 50

Il pirata della strada, un 52enne svizzero, è stato pizzicato dal radar su una strada di Oensingen (SO), lungo la quale si trova una scuola di livello secondario.

Svizzera

A 87 anni torna in piazza a manifestare

(LE FOTO) Un anno dopo aver protestato contro le armi imbrattando dei pannelli davanti alla BNS di Berna, oggi l'attivista Louise Schneider ha fatto ancora parlare di …

Svizzera

Tenta di uscire dalla finestra, ma cade

È successo a Samedan, nel Grigioni, a un 27enne somalo che aveva pernottato da un collega, che però è uscito di casa prima, chiudendo la porta a chiave.

Svizzera

Primavera sinonimo di... allergie

Il polline delle betulle, fortemente allergizzante, inizia ora a essere nell'aria e vi rimarrà fino a maggio. La stagione inizia in Ticino, dove è …

Svizzera

Sdoganare con un semplice "click"

Grazie all'applicazione QuickZoll, da Pasqua i viaggiatori potranno dichiarare le proprie merci in maniera autonoma, digitale e indipendente dal luogo in cui si trovano.

Svizzera

In quale città si vive meglio?

Secondo un'indagine di Mercer Quality of Living, Vienna si piazza per il nono anno consecutivo al primo posto. Al secondo invece Zurigo.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg