Home > Svizzera

Dopo Burkhalter, giochi ancora aperti

19.09.2017 - aggiornato: 19.09.2017 - 22:04

Tra i grandi partiti solo l'UDC ha espresso finora un parere, decidendo di sostenere Cassis, che sembra godere anche dei favori di una buona fetta del Parlamento.

© KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Sono ancora aperti i giochi per l'elezione, prevista per domani, del successore del "ministro" dimissionario Didier Burkhalter in Consiglio federale, anche se il consigliere nazionale ticinese Ignazio Cassis sembra godere dei favori di una buona fetta del Parlamento.

Tra i grandi partiti di Governo, solo l'UDC (74 deputati, tra consiglieri nazionali e agli Stati) ha espresso finora un parere decidendo già la settimana scorsa di sostenere a grande maggioranza Cassis. 

Il gruppo socialista (55 deputati), che si è espresso oggi per la prima volta, non ha formulato alcuna raccomandazione di voto al termine delle audizioni con i tre candidati, oltre a Cassis, il consigliere di Stato ginevrino Pierre Maudet e la consigliera nazionale Isabelle Moret (VD). In seno al gruppo ci sono ancora molti indecisi, ha affermato Roger Nordmann (VD) precisando che il PS si riunirà ancora domani mattina alle 07.00. Finora i socialisti non hanno ancora proceduto a una votazione per designare il loro politico preferito, anche se al loro interno si sono levate voci a sostegno a favore dell'uno o dell'altro candidato/a. Il capo del gruppo PS ha anche precisato che i socialisti non voteranno "candidature selvagge". Nordmann si è però detto dispiaciuto del fatto che i liberali radicali ticinesi non abbiano proposto Laura Sadis. Quest'ultima avrebbe permesso di riunire in una sola persona le caratteristiche di Pierre Maudet, Ignazio Cassis e Isabelle Moret: ha esperienza di governo, è italofona ed è una donna.

Anche il gruppo PPD (43 deputati), "come da tradizione", non fornisce raccomandazioni di voto ai suoi membri in merito all'elezione, come ha indicato ai media il capogruppo democristiano Filippo Lombardi, il quale ha precisato che non vi è stata votazione in seno alla "frazione". Il ticinese ha affermato che per il gruppo popolare-democratico tutti e tre i candidati del PLR sono eleggibili. Cionondimeno Lombardi ha precisato che il PPD riconosce il diritto alla Svizzera italiana di avere nuovamente un Consigliere federale dopo 18 anni. Lombardi ha anche precisato che il partito non sosterrà eventuali "candidati selvaggi". Il gruppo si riunirà nuovamente domani mattina prima dell'inizio dei lavori dell'Assemblea federale.

Per la successione di Didier Burkhalter, il gruppo dei Verdi (13 deputati) sosterrà invece la consigliera nazionale Isabelle Moret (VD). Secondo il presidente Balthasar Glättli (ZH), gli ecologisti hanno deciso che, al cospetto di candidati dall'uguale valore, avrebbero sostenuto una donna, essendo queste ultime sottorappresentate in Consiglio federale. Secondo i Verdi, uno dei punti deboli della democrazia elvetica è proprio l'insufficiente presenza di donne laddove vengono prese le decisioni politiche.

Il gruppo dei Verdi liberali (7 deputati) , dopo aver ascoltato i tre candidati, ha deciso di lasciare libertà di voto. La capogruppo Tiana Moser (ZH) ha dichiarato che tutti i tre candidati sono eleggibili. I voti dei sette membri del PVL alle Camere federali saranno quindi ripartiti sui tre liberali-radicali: Pierre Maudet è piaciuto per la sua chiara posizione sulla questione europea, mentre Isabelle Moret e Ignazio Cassis per il fatto di appartenere all'ala ecologista del PLR. Alla fine, tenendo conto anche della questione della presenza del Ticino in governo e della rappresentanza femminile, il gruppo PVL ha optato per la libertà di voto.

Il gruppo PBD (8 parlamentari) ha deciso invece di sostenere Pierre Maudet, ha indicato Rosmarie Quadranti (ZH) al termine delle audizioni. La decisione è stata presa a maggioranza, ha aggiunto senza precisare quanti voti ha ottenuto ogni singolo candidato.

(Ats)

Svizzera

Un morto per una manovra azzardata

L'incidente, avvenuto a Oberglatt (ZH), ha coinvolto due auto che si sarebbero sorpassate più volte. Una di esse è poi uscita di strada e l'autista …

Svizzera

Un sorriso per riflettere sulle... uguaglianze

(IL VIDEO) La nuova campagna di Pro Infirmis "Siamo tutti uguali. Nessuno è più uguale" mostra situazioni imbarazzanti in cui proprio tutti siamo gi …

Svizzera

IKEA ritira la bicicletta SLADDA

Sono infatti giunte all'azienda 11 segnalazioni di incidenti, dovuti a problemi alla catena che rischia di rompersi, che in due casi hanno causato lesioni lievi.

Svizzera

Migros ritira il filetto di salmone "Norway"

Una partita del prodotto reca date di vendita e scadenza errate, ossia più lunghe di un mese. I clienti possono riportarlo in una filiale ed essere rimborsate.

Svizzera

Burgdorf città più "ciclofila" della Svizzera

Il borgo del canton Berna rimane la città più favorevole alla bicicletta, davanti a Coira e a Winterthur. Tra le località in classifica non ci sono …

Svizzera

Passato il tunnel, ecco il nuovo ristorante

Dopo nove mesi di lavori di costruzione, a inizio maggio apre i battenti il nuovo imponente stabile dell'area di servizio San Gottardo in direzione sud, nel Canton Uri.

Svizzera

Tre cuccioli a sorpresa a Gossau

Nella notte tra lunedì e martedì sono nate tre tigri siberiane presso lo zoo sangallese; non si era certi della gravidanza della mamma Julinka.

Svizzera

A 209 km/h per vedere la partita

L'automobilista è stato fermato dalla polizia lucernese in autostrada dove il limite di velocità è di 120 km/h. Ritirata la patente e confiscato il …

Svizzera

La verdura preferita è la carota

In Svizzera ne vengono infatti consumate 7,91 chilogrammi pro capite all'anno. Al secondo posto si piazzano i pomodori, con 6,61 chili a persona. Al terzo i peperoni. …

Svizzera

Record di cicogne in Svizzera

Sono oltre 1000 gli esemplari nel nostro Paese. Una ricerca ha evidenziato che questi uccelli siano diventati più sedentari, molti infatti non migrano più in …

Svizzera

Sfrecciava a 109 km/h sui 50

Il pirata della strada, un 52enne svizzero, è stato pizzicato dal radar su una strada di Oensingen (SO), lungo la quale si trova una scuola di livello secondario.

Svizzera

A 87 anni torna in piazza a manifestare

(LE FOTO) Un anno dopo aver protestato contro le armi imbrattando dei pannelli davanti alla BNS di Berna, oggi l'attivista Louise Schneider ha fatto ancora parlare di …

Svizzera

Tenta di uscire dalla finestra, ma cade

È successo a Samedan, nel Grigioni, a un 27enne somalo che aveva pernottato da un collega, che però è uscito di casa prima, chiudendo la porta a chiave.

Svizzera

Primavera sinonimo di... allergie

Il polline delle betulle, fortemente allergizzante, inizia ora a essere nell'aria e vi rimarrà fino a maggio. La stagione inizia in Ticino, dove è …

Svizzera

Sdoganare con un semplice "click"

Grazie all'applicazione QuickZoll, da Pasqua i viaggiatori potranno dichiarare le proprie merci in maniera autonoma, digitale e indipendente dal luogo in cui si trovano.

Svizzera

In quale città si vive meglio?

Secondo un'indagine di Mercer Quality of Living, Vienna si piazza per il nono anno consecutivo al primo posto. Al secondo invece Zurigo.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg