Home > Svizzera

In gennaio presentate 1431 domande d'asilo

13.02.2018 - aggiornato: 13.02.2018 - 15:26

Le richieste in Svizzera sono state 230 in più rispetto al mese precedente, ma 157 in meno rispetto all'anno scorso. Il numero di sbarchi in Italia è in calo rispetto al 2017 e 2016.

© Keystone / Ti-Press / Gabriele Putzu

Nel mese di gennaio 2018 sono state presentate in Svizzera 1431 domande d’asilo, ossia 230 in più che nel mese precedente (+19,2%). Questo aumento si spiega con il fatto che alcune domande presentate a fine anno sono state registrate solo in gennaio. Il numero di domande è diminuito di un decimo (−157) rispetto al gennaio dell’anno scorso. Nel mese in rassegna il numero di sbarchi in Italia si è mantenuto a livelli moderati, registrando il quarto valore dal basso dal gennaio 2016 ad oggi. Per il 2018 la Confederazione e i Cantoni impostano pertanto la loro pianificazione nel settore dell’asilo in funzione di 20 000 nuove domande.

Paesi di provenienza

Nel gennaio 2018 i principali Paesi di provenienza dei richiedenti l’asilo in Svizzera sono stati l’Eritrea (262 domande, ossia 25 in più rispetto al dicembre 2017), la Siria (107 domande; −2), la Georgia (100 domande; +24), la Somalia (93 domande; +20), e la Turchia (74 domande; +15). La Segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha liquidato in prima istanza 2255 domande d’asilo, di cui 513 con una decisione di non entrata nel merito (in 471 casi in virtù dell’Accordo di Dublino), 518 con la concessione dell’asilo e 683 con l’ammissione provvisoria. Il numero di casi in giacenza in prima istanza è diminuito di 678 unità rispetto al dicembre 2017 attestandosi a 19 825.

Sempre in gennaio, 559 persone hanno lasciato la Svizzera sotto il controllo delle autorità. La Svizzera ha chiesto ad altri Stati Dublino la presa in carico di 804 richiedenti l’asilo. 150 persone sono state trasferite nello Stato Dublino competente. Dal canto suo, la Svizzera ha ricevuto 466 domande di presa in carico Dublino. 104 persone sono state trasferite in Svizzera.

Pronostici per il 2018

Il numero di sbarchi in Italia si è mantenuto a livelli bassi anche nel gennaio 2018 (4182 persone). Ciò segna un calo rispetto ai due anni precedenti. Quello registrato in gennaio è il quarto valore dal basso dal gennaio 2016 ad oggi. Il numero delle domande d’asilo che saranno presentate in Svizzera durante il 2018 dipenderà in maniera determinante dall’evoluzione della situazione in Libia e dal numero di migranti che attraverseranno il Mediterraneo centrale. Un altro fattore decisivo sarà il mantenimento o no dell’accordo tra l’Unione europea e la Turchia. La SEM ha analizzato questi e altri fattori in vista di avanzare una previsione per il 2018. Su questa base la Confederazione e i Cantoni impostano pertanto la loro pianificazione nel settore dell’asilo in funzione di 20 000 nuove domande.

Programmi di reinsediamento e di ricollocazione

Durante il mese di gennaio 31 rifugiati sono stati accolti in Svizzera nel quadro del programma di reinsediamento dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (ACNUR). Nel dicembre 2016 il Consiglio federale ha deciso di ammettere sull’arco di due anni un nuovo contingente di 2000 vittime del conflitto siriano. Sino alla fine di gennaio 2018 le persone accolte in Svizzera nel quadro di questo contingente sono state 621. Il programma è destinato alle persone particolarmente vulnerabili che si trovano in Siria e nei Paesi vicini e cui l’ACNUR ha riconosciuto lo statuto di rifugiato.

Cinque persone provenienti dalla Grecia e dall’Italia sono giunte in Svizzera nel mese di gennaio nel quadro del programma di ricollocazione dell’UE. Dall’avvio del programma nel settembre 2015 la Svizzera ha accolto 1481 persone. Le rimanenti persone da accogliere fino al raggiungimento del contingente di 1500 persone previsto dovrebbero giungere nel corso del primo trimestre 2018. La Svizzera avrà pertanto mantenuto il proprio impegno e il programma potrà essere concluso. La ricollocazione è il trasferimento in un altro Stato europeo di richiedenti l’asilo già registrati in Italia o in Grecia, due Stati Dublino che devono affrontare un ingente numero di domande alla frontiera esterna dello spazio Schengen.

(Red)

Svizzera

Un morto per una manovra azzardata

L'incidente, avvenuto a Oberglatt (ZH), ha coinvolto due auto che si sarebbero sorpassate più volte. Una di esse è poi uscita di strada e l'autista …

Svizzera

Un sorriso per riflettere sulle... uguaglianze

(IL VIDEO) La nuova campagna di Pro Infirmis "Siamo tutti uguali. Nessuno è più uguale" mostra situazioni imbarazzanti in cui proprio tutti siamo gi …

Svizzera

IKEA ritira la bicicletta SLADDA

Sono infatti giunte all'azienda 11 segnalazioni di incidenti, dovuti a problemi alla catena che rischia di rompersi, che in due casi hanno causato lesioni lievi.

Svizzera

Migros ritira il filetto di salmone "Norway"

Una partita del prodotto reca date di vendita e scadenza errate, ossia più lunghe di un mese. I clienti possono riportarlo in una filiale ed essere rimborsate.

Svizzera

Burgdorf città più "ciclofila" della Svizzera

Il borgo del canton Berna rimane la città più favorevole alla bicicletta, davanti a Coira e a Winterthur. Tra le località in classifica non ci sono …

Svizzera

Passato il tunnel, ecco il nuovo ristorante

Dopo nove mesi di lavori di costruzione, a inizio maggio apre i battenti il nuovo imponente stabile dell'area di servizio San Gottardo in direzione sud, nel Canton Uri.

Svizzera

Tre cuccioli a sorpresa a Gossau

Nella notte tra lunedì e martedì sono nate tre tigri siberiane presso lo zoo sangallese; non si era certi della gravidanza della mamma Julinka.

Svizzera

A 209 km/h per vedere la partita

L'automobilista è stato fermato dalla polizia lucernese in autostrada dove il limite di velocità è di 120 km/h. Ritirata la patente e confiscato il …

Svizzera

La verdura preferita è la carota

In Svizzera ne vengono infatti consumate 7,91 chilogrammi pro capite all'anno. Al secondo posto si piazzano i pomodori, con 6,61 chili a persona. Al terzo i peperoni. …

Svizzera

Record di cicogne in Svizzera

Sono oltre 1000 gli esemplari nel nostro Paese. Una ricerca ha evidenziato che questi uccelli siano diventati più sedentari, molti infatti non migrano più in …

Svizzera

Sfrecciava a 109 km/h sui 50

Il pirata della strada, un 52enne svizzero, è stato pizzicato dal radar su una strada di Oensingen (SO), lungo la quale si trova una scuola di livello secondario.

Svizzera

A 87 anni torna in piazza a manifestare

(LE FOTO) Un anno dopo aver protestato contro le armi imbrattando dei pannelli davanti alla BNS di Berna, oggi l'attivista Louise Schneider ha fatto ancora parlare di …

Svizzera

Tenta di uscire dalla finestra, ma cade

È successo a Samedan, nel Grigioni, a un 27enne somalo che aveva pernottato da un collega, che però è uscito di casa prima, chiudendo la porta a chiave.

Svizzera

Primavera sinonimo di... allergie

Il polline delle betulle, fortemente allergizzante, inizia ora a essere nell'aria e vi rimarrà fino a maggio. La stagione inizia in Ticino, dove è …

Svizzera

Sdoganare con un semplice "click"

Grazie all'applicazione QuickZoll, da Pasqua i viaggiatori potranno dichiarare le proprie merci in maniera autonoma, digitale e indipendente dal luogo in cui si trovano.

Svizzera

In quale città si vive meglio?

Secondo un'indagine di Mercer Quality of Living, Vienna si piazza per il nono anno consecutivo al primo posto. Al secondo invece Zurigo.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg