Home > Svizzera

"Moneta intera", il Governo si esprime

17.04.2018 - aggiornato: 17.04.2018 - 16:20

Per il Consiglio federale l'iniziativa popolare in votazione a giugno è "un salto nel buio", raccomanda per questo motivo di respingerla.

© Foto archivio

Un salto nel buio con notevoli rischi: questa l'opinione del Consiglio federale sull'iniziativa popolare "Moneta intera" in votazione il 10 giugno. Il Governo raccomanda a popolo e Cantoni di respingerla.

Il testo dell'iniziativa chiede che solo la Banca nazionale svizzera (BNS) possa emettere moneta e che le banche commerciali non possano più emettere moneta scritturale, ossia elettronica. Questo sistema dovrebbe proteggere il denaro dei clienti delle banche e prevenire le crisi finanziarie. La BNS dovrebbe inoltre mettere in circolazione denaro distribuendolo direttamente alla Confederazione, ai Cantoni e alla popolazione.

Secondo i promotori dell'iniziativa la BNS non ha più il controllo della quantità di denaro in circolazione, perché solo il 10% di esso è generato dall'istituto e dalla Confederazione. Con l'espansione del denaro aumenta anche l'indebitamento dell'economia elvetica.

Pur riconoscendo l'importanza di avere un settore finanziario sicuro e stabile, per il Governo una simile riforma, oltre ad essere isolata sul piano internazionale, implicherebbe una profonda riorganizzazione dell'attuale e ben funzionante sistema monetario e valutario e del settore finanziario elvetico. "Si tratterebbe di un salto nel buio legato a notevoli rischi", indica una nota odierna del Consiglio federale.

Il sistema immaginato dai fautori dell'iniziativa indebolirebbe il settore bancario, secondo il comunicato. Verrebbe limitata la possibilità per le banche di erogare crediti e quindi finanziare investimenti.

Alla BNS verrebbe inoltre conferito un potere eccessivo, visto che quest'ultima dovrebbe assicurare l'approvvigionamento creditizio dell'economia. La gestione dei crediti risulterebbe così centralizzata nelle mani dell'istituto nazionale di emissione. Per l'esecutivo, una simile concentrazione di potere non è però opportuna. Poiché conoscono meglio le esigenze dei clienti, le banche sono infatti nella posizione migliore per valutare la necessità di crediti e i rischi degli stessi.

Se la BNS dovesse emettere denaro "non gravato da debito" e distribuirlo direttamente alla Confederazione, ai Cantoni o alla popolazione, finanzierebbe direttamente parte della spesa pubblica. La BNS sarebbe di conseguenza viepiù esposta a pressioni politiche. Ciò renderebbe difficile condurre una politica monetaria e metterebbe a rischio la stabilità dei prezzi.

(Ats)

 

Svizzera

La verdura preferita è la carota

In Svizzera ne vengono infatti consumate 7,91 chilogrammi pro capite all'anno. Al secondo posto si piazzano i pomodori, con 6,61 chili a persona. Al terzo i peperoni. …

Svizzera

Record di cicogne in Svizzera

Sono oltre 1000 gli esemplari nel nostro Paese. Una ricerca ha evidenziato che questi uccelli siano diventati più sedentari, molti infatti non migrano più in …

Svizzera

Sfrecciava a 109 km/h sui 50

Il pirata della strada, un 52enne svizzero, è stato pizzicato dal radar su una strada di Oensingen (SO), lungo la quale si trova una scuola di livello secondario.

Svizzera

A 87 anni torna in piazza a manifestare

(LE FOTO) Un anno dopo aver protestato contro le armi imbrattando dei pannelli davanti alla BNS di Berna, oggi l'attivista Louise Schneider ha fatto ancora parlare di …

Svizzera

Tenta di uscire dalla finestra, ma cade

È successo a Samedan, nel Grigioni, a un 27enne somalo che aveva pernottato da un collega, che però è uscito di casa prima, chiudendo la porta a chiave.

Svizzera

Migros ritira gli spaghettini bio

Nell'ambito di una verifica interna è emerso che sulla confezione è assente l'avvertenza riguardante l'ingrediente "uovo intero", …

Svizzera

Primavera sinonimo di... allergie

Il polline delle betulle, fortemente allergizzante, inizia ora a essere nell'aria e vi rimarrà fino a maggio. La stagione inizia in Ticino, dove è …

Svizzera

Lidl richiama il tagliacapelli "Silvercrest"

A causa di un difetto di fabbricazione l'apparecchio potrebbe prendere fuoco o esplodere durante la ricarica o il successivo utilizzo.

Svizzera

Sdoganare con un semplice "click"

Grazie all'applicazione QuickZoll, da Pasqua i viaggiatori potranno dichiarare le proprie merci in maniera autonoma, digitale e indipendente dal luogo in cui si trovano.

Svizzera

In quale città si vive meglio?

Secondo un'indagine di Mercer Quality of Living, Vienna si piazza per il nono anno consecutivo al primo posto. Al secondo invece Zurigo.

Svizzera

Lidl ritira il "Bio Organic Amaranth"

Durante il controllo di un campione è stata rilevata la presenza di batteri di salmonella, che può provocare importanti malattie dell'apparato digerente.

Svizzera

Una App di FFS per segnalare i disagi

Dopo un periodo di prova, l'ex regia federale ha lanciato un'applicazione che permette di comunicare, in modo rapido, difetti e sporcizia sui treni o nelle stazioni.

Svizzera

La fontana Tinguely non ha retto al ghiaccio

L'opera di metallo dell'artista friburghese, ideata nel 1984 in onore del pilota svizzero Jo Siffert, dovrebbe essere riparata entro metà aprile.

Svizzera

Miss Svizzera è Jastina Doreen Riederer

Argoviese di 19 anni, Jastina è attiva nel commercio al dettaglio ma sogna una carriera da modella o attrice. È stata eletta ieri sera a Baden.

Svizzera

"A Cassis (che c'invita a cena) chiederei..."

Abbiamo chiesto ai deputati ticinesi a Berna di fare una domanda al ministro visto che ieri sera la Deputazione è stata davvero sua ospite in un ristorante della …

Svizzera

Il francobollo compie 175 anni

(LE FOTO) La Svizzera fu il secondo paese a introdurre il 1. marzo 1843 questo sistema di pagamento anticipato. Per l'occasione in arrivo anche un francobollo speciale.

Accesso e-GdP

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg