Home > Svizzera

Serve più sostegno al giornalismo online

22.01.2018 - aggiornato: 22.01.2018 - 19:01

È quanto ritiene la Commissione federale dei media, stando alla quale è giusto finanziare i media sul web per mantenere un paesaggio mediatico performante.

Nell'era digitale in cui i media vengono sempre più diffusi via internet, questi devono essere sostenuti finanziariamente e il mandato della SSR rinegoziato. È quanto sostiene la Commissione federale dei media (COFEM) in un rapporto pubblicato oggi.

Per la COFEM - commissione di esperti extraparlamentari e indipendente con funzione consultiva per le autorità in merito ai media - la concorrenza nel settore è auspicabile in quanto garantisce uno sviluppo libero della capacità innovativa. Ma, nell'era di internet, un mercato totalmente sprovvisto di regolamentazione non è sufficiente a fornire servizi giornalistici necessari alla società e alla democrazia. La propensione del pubblico a pagare per contenuti giornalistici è infatti limitata, indica la COFEM. Inoltre le entrate pubblicitarie - trasferite ai motori di ricerca, ai media sociali e ai portali di piccole inserzioni - diminuiscono di anno in anno. Questa pressione spinge le redazioni a fondersi, ciò che nuoce alla diversità mediatica, sostiene la COFEM.

Per mantenere un paesaggio mediatico performante in Svizzera è necessario disporre di un aiuto per i media online, sottolinea la COFEM. Ad eccezione di alcune offerte di nicchia, il giornalismo online potrà difficilmente finanziarsi unicamente tramite la pubblicità e i pagamenti degli utenti. Una perizia economica della COFEM afferma che, a causa del funzionamento del mondo digitale, il giornalismo in rete socialmente responsabile rischia di essere soppiantato da offerte pseudo-giornalistiche. Solo un sostegno con fondi pubblici permetterebbe di mantenerlo.

I progetti innovativi (piattaforme online, start-up giornalistiche) che contribuiscono alla diversità dell'offerta devono essere sostenuti sotto forma di un finanziamento di partenza. Questo senza distorcere in modo eccessivo la concorrenza. Anche progetti, iniziative o prodotti che forniscono servizi giornalistici eccezionali e contribuiscono al dibattito sociale dovrebbero beneficiare di un sostegno, precisa la COFEM.

Rinegoziare il mandato della SSR

La SSR deve adattarsi alle nuove realtà digitali per poter continuare a raggiungere un pubblico giovane, sostiene la COFEM. Il suo mandato deve essere rinegoziato. Ciò non significa che debba offrire tutto. In quanto servizio pubblico, deve piuttosto smarcarsi dai media puramente commerciali, indica la COFEM. Ciò è anche importante per la sua legittimazione.

Così la metà delle entrate del canone deve essere assegnata all'informazione. Inoltre l'offerta di intrattenimento attuale deve essere rivista e il dialogo con il pubblico sulle prestazioni del servizio pubblico istituzionalizzato.

Il finanziamento attraverso la pubblicità non è forzatamente necessario. Occorrerebbe riesaminare la sua pertinenza e la sua fattibilità. Ci si può anche domandare se sia giusto limitare il servizio pubblico a un solo fornitore, aggiunge la COFEM nel suo rapporto. L'introduzione di regole sull'accesso al web, la neutralità della rete e gli algoritmi dovrebbero anche garantire che la popolazione continui a beneficiare di un'offerta completa e diversificata.

Infine occorre incoraggiare un utilizzo responsabile dei media per distinguere le prestazioni giornalistiche dalle comunicazioni commerciali, dalla propaganda e dalle "fake news". Queste nuove competenze permetterebbero ad esempio anche agli utenti di partecipare alla produzione di contenuti e a processi legati alla politica dei media.

(Ats)

Svizzera

Burgdorf città più "ciclofila" della Svizzera

Il borgo del canton Berna rimane la città più favorevole alla bicicletta, davanti a Coira e a Winterthur. Tra le località in classifica non ci sono …

Svizzera

Passato il tunnel, ecco il nuovo ristorante

Dopo nove mesi di lavori di costruzione, a inizio maggio apre i battenti il nuovo imponente stabile dell'area di servizio San Gottardo in direzione sud, nel Canton Uri.

Svizzera

Tre cuccioli a sorpresa a Gossau

Nella notte tra lunedì e martedì sono nate tre tigri siberiane presso lo zoo sangallese; non si era certi della gravidanza della mamma Julinka.

Svizzera

A 209 km/h per vedere la partita

L'automobilista è stato fermato dalla polizia lucernese in autostrada dove il limite di velocità è di 120 km/h. Ritirata la patente e confiscato il …

Svizzera

La verdura preferita è la carota

In Svizzera ne vengono infatti consumate 7,91 chilogrammi pro capite all'anno. Al secondo posto si piazzano i pomodori, con 6,61 chili a persona. Al terzo i peperoni. …

Svizzera

Record di cicogne in Svizzera

Sono oltre 1000 gli esemplari nel nostro Paese. Una ricerca ha evidenziato che questi uccelli siano diventati più sedentari, molti infatti non migrano più in …

Svizzera

Sfrecciava a 109 km/h sui 50

Il pirata della strada, un 52enne svizzero, è stato pizzicato dal radar su una strada di Oensingen (SO), lungo la quale si trova una scuola di livello secondario.

Svizzera

A 87 anni torna in piazza a manifestare

(LE FOTO) Un anno dopo aver protestato contro le armi imbrattando dei pannelli davanti alla BNS di Berna, oggi l'attivista Louise Schneider ha fatto ancora parlare di …

Svizzera

Tenta di uscire dalla finestra, ma cade

È successo a Samedan, nel Grigioni, a un 27enne somalo che aveva pernottato da un collega, che però è uscito di casa prima, chiudendo la porta a chiave.

Svizzera

Primavera sinonimo di... allergie

Il polline delle betulle, fortemente allergizzante, inizia ora a essere nell'aria e vi rimarrà fino a maggio. La stagione inizia in Ticino, dove è …

Svizzera

Sdoganare con un semplice "click"

Grazie all'applicazione QuickZoll, da Pasqua i viaggiatori potranno dichiarare le proprie merci in maniera autonoma, digitale e indipendente dal luogo in cui si trovano.

Svizzera

In quale città si vive meglio?

Secondo un'indagine di Mercer Quality of Living, Vienna si piazza per il nono anno consecutivo al primo posto. Al secondo invece Zurigo.

Svizzera

Una App di FFS per segnalare i disagi

Dopo un periodo di prova, l'ex regia federale ha lanciato un'applicazione che permette di comunicare, in modo rapido, difetti e sporcizia sui treni o nelle stazioni.

Svizzera

La fontana Tinguely non ha retto al ghiaccio

L'opera di metallo dell'artista friburghese, ideata nel 1984 in onore del pilota svizzero Jo Siffert, dovrebbe essere riparata entro metà aprile.

Svizzera

Miss Svizzera è Jastina Doreen Riederer

Argoviese di 19 anni, Jastina è attiva nel commercio al dettaglio ma sogna una carriera da modella o attrice. È stata eletta ieri sera a Baden.

Svizzera

"A Cassis (che c'invita a cena) chiederei..."

Abbiamo chiesto ai deputati ticinesi a Berna di fare una domanda al ministro visto che ieri sera la Deputazione è stata davvero sua ospite in un ristorante della …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg