Home > Ticino e Regioni > Confine

Dall’ospedale all’aula grazie al robot Ivo

10.03.2018 - aggiornato: 15.03.2018 - 14:20

Così si partecipa alle lezioni mentre si combatte la malattia. Il progetto, ideato dalla ditta Elmec per Andrea, figlio di un dipendente, diventerà realtà anche per altri.

di Maria Acqua SImi

 

Il responso arrivò quasi subito. «Tumore al sistema linfatico». Per i genitori di Andrea, 11 anni, fu prima smarrimento e poi panico. Lui invece si chiedeva che cosa fosse questo sistema linfatico, si ricordava di averne sentito parlare a scuola ma solo riguardo agli alberi: con i compagni era corso in cortile a recuperare delle foglie per studiarle, e poi in classe le avevano osservate insieme alla maestra per capire cosa fosse questo benedetto sistema di drenaggio congegnato dalla natura. Già, la scuola. Non sapeva ancora quanto gli sarebbe mancata. Il tumore lo aveva sorpreso proprio adesso che aveva appena iniziato la prima media, pieno di curiosità per la nuova avventura e con nuovi compagni tutti da conoscere.

Tra cure e scuola

 Vennero due anni lunghissimi di ricoveri in ospedale, chemioterapia, il corpo che cede, la stanchezza. Ma la scuola, quanto avrebbe voluto tornarci. «Quando si ammalò io e mia moglie ci sentimmo sperduti. È una cosa che senti dire, che capita sempre ad altri. Questa volta invece era toccato a noi.  Fin da subito ci affidammo ai medici e i miei colleghi di lavoro furono straordinari», racconta Paolo Pagliaro, padre di Andrea e dipendente della Elmec, una grande e rinomata ditta di informatica italiana con una grossa sede in Ticino e particolarmente attiva nella zona di Varese.  «I cicli di cure erano pesanti, la possibilità di tornare a scuola un miraggio: noi lo aiutavamo un po’ con qualche lezione in casa ed essendo lui un bambino intelligente stava anche al passo. Ma non era la stessa cosa: gli mancava il rapporto coi compagni, la quotidianità della vita di classe». 

L’idea del dirigente

È  uno dei dirigenti di Elmec, Alessandro Ballerio, ad avere  l’idea di cercare uno strumento che diventasse gli occhi, la bocca e le orecchie di Andrea in aula.  In capo a pochi giorni, dà mandato a Paolo di studiare un nuovo progetto. Grazie all’aiuto dei colleghi («Mi furono molto vicini, una cosa rara nelle aziende ma che per noi è un punto di forza») ecco che piano piano prese forma una soluzione mai sperimentata: un sistema che permettesse al bambino attraverso un tablet di comandare a distanza un robottino su ruote con un supporto verticale a sua volta dotato di un altro tablet. 

In classe con i compagni

Lo chiamarono “Ivo”: il robot presente in classe avrebbe trasmesso in streaming le lezioni e le immagini della vita della scuola mentre dall’ospedale lui avrebbe potuto guidarlo per parlare coi compagni e gli insegnanti. Venne subito testato. Fu un successo. «Lui riusciva a seguire un paio di ore al giorno, perché la stanchezza a volte prevaleva, ma è stato bellissimo vedere l’entusiasmo dei compagni!». Non è difficile immaginarlo: una novità tecnologica incuriosisce sempre i ragazzi. Eppure questa volta aveva fatto di più: aveva restituito loro Andrea. E lo ha restituito anche alla sua famiglia, in qualche modo. Oggi Andrea è guarito ed è tornato alla normalità. «Ivo è stato uno strumento divertente e utile, perché essendo così interattivo ha permesso a mio figlio di essere davvero in classe. Si è fatto conoscere fin da subito – malgrado la distanza fisica – per essere un giocherellone. Ma è stato anche costretto a prendere sul serio la scuola nonostante la malattia, a far parte di un processo educativo che altrimenti avrebbe perso».

E adesso si replica

Un successo replicabile. Ieri 10 robot sono stati donati da Elmec a istituti scolastici delle Province di Varese e Milano e altri 10 alla Fondazione Giacomo Ascoli, per sostenere bambini  ricoverati presso l’Ospedale Del Ponte di Varese, all’Istituto dei Tumori di Milano e al Policlinico San Matteo di Pavia. Anche EOLO – azienda leader nel campo della banda ultra-larga - ha voluto partecipare al progetto, garantendo una connessione ad hoc per le classi interessate. «I ragazzi sono in fermento», racconta Katia, mamma di Dario. Riceveranno il robot la prossima settimana. Colpito da una rara malattia al sistema immunitario quando aveva quattro anni,  ancora oggi che ne ha 13 Dario fatica a frequentare le lezioni. «Grazie a Ivo potrà invece prepararsi agli esami di terza media. Per noi è una bella possibilità: i genitori dei compagni di classe e la scuola sono stati disponibilissimi e tra pochi giorni iniziamo! È un’avventura nuova: Dario e i suoi amici si aspettano tanto».
Il ricordo di chi non c’è più

Ma a supportare il progetto “Ivo” c’è anche chi un figlio invece l’ha perso. «Ricordo quanto fosse penoso per Giacomo non poter frequentare la scuola, durante le cure e le lunghe assenze cui lo costringeva la malattia. Già allora avevamo attivato, grazie alla collaborazione del plesso scolastico, la possibilità di farlo partecipare alle attività di classe attraverso le videoconferenze», racconta Marco Ascoli, presidente della Fondazione Giacomo Ascoli e padre di Giacomo. «La tecnologia ha fatto passi da gigante e oggi, grazie a Elmec Informatica, i bambini della nostra Fondazione hanno finalmente una nuova possibilità e una speranza».  In questi tempi matti – dove la tecnologia è spesso ingannevole, illusoria, quando non pericolosa come si vede quotidianamente dalle tristi cronache delle guerre in atto nel mondo - ecco la mosca bianca. Un padre e un’azienda che hanno usato cuore e intelligenza per creare qualcosa al servizio della gente. 

 

Confine

Dall’ospedale all’aula grazie al robot Ivo

Così si partecipa alle lezioni mentre si combatte la malattia. Il progetto, ideato dalla ditta Elmec per Andrea, figlio di un dipendente, diventerà …

Confine

Chiusa 3 notti l'A9 tra Como e Chiasso

Dalle 22.00 di lunedì 18 alle 5:00 di giovedì 21 dicembre il tratto autostradale in direzione della Svizzera non sarà transitabile per lavori di …

Confine

117 candeline per Emma Morano

La donna più anziana al mondo festeggia l'importante traguardo nella sua casa di Verbania. Ma come sta? "Credo bene, lo dice anche il mio dottore".

Confine

Saronno, maxi furto in ospedale

Nella notte di ieri, martedì, sono state rubate apparecchiature mediche del valore di 300mila euro da un reparto del nosocomio varesino. Le indagini sono in corso.

Confine - Inchiesta su Stefano Bruni

Ex sindaco di Como in manette

All'origine dell'arresto ci sarebbe il crac di un'agenzia privata di riscossione tributi, un’azienda di Pesaro che avrebbe utilizzato illecitamente  …

Confine - Sciavano in fuoripista

Slavina nel Lecchese, 3 feriti

Stavano raggiungendo il rifugio quando, in una zona impervia, si è staccata una valanga che li ha travolti. 

Confine - Entro fine maggio

Ecco cosa succederà all'area EXPO

In cantiere ci sono 7 centri di ricerca, per un totale di 1500 persone occupate: così lo Human Technopole vuole combattere la guerra contro il cancro e le malattie …

Confine

Svizzera sorpresa a rubare a Como

Tentativo di furto in un Esselunga sul confine. Insieme a una cittadina spagnola, la trentenne aveva nascosto alcuni prodotti nella borsetta. Le due sono state denunciate.

Confine - Guasto tecnico

Treni per l'Italia bloccati a Chiasso

A causa di un guasto tecnico non meglio precisato molti convogli non possono oltrepassare il confine. Previsti ritardi e soppressioni.

Confine - Misure anti padroncini

Artigiani in fermento

La Confederazione Nazionale dell’Artigianato e delle Piccole e Medie Imprese ha organizzato un incontro per spiegare come cambiano le regole per lavorare in …

Confine - Inchiesta per contrabbando

"Uova d'oro", trovate le prove

Gli inquirenti italiani hanno trovato i documenti che provano il traffico illecito venuto a galla due anni fa: 13 gli indagati, tra i quali anche due ticinesi.

Confine - Furti alla Rinascente di Milano

Arrestati tre cittadini di origini mongole

I taccheggiatori sono stati trovati in possesso di 6 tra giacche e piumini del valore complessivo di 2000 euro. Due di loro sono immigrati clandestini e saranno espulsi.

Confine - Ponte Chiasso

Sequestrate 16.800 lampadine contraffatte

Le confezioni indicavano la provenienza italiana del prodotto, ma in realtà si trattava di 'Made in China'. Il titolare della …

Confine - Tirolo

Scossa di terremoto vicino alla frontiera

La terra ha tremato ieri sera a a Sankt Anton am Arlberg. Il Servizio sismologico svizzero del Politecnico federale di Zurigo ha …

Confine - Incidente sull'A4

Tragico schianto nel Bergamasco

Si è verificato intorno all’una e mezza di notte nel tratto dell’autostrada A4 tra Seriate e Grumello del Monte. Morti tre giovani, 4 i feriti.

Confine - Varese

Falsa invalida incastrata dalle foto

Percepiva la pensione di accompagnamento per problemi di salute, ma nel weekend andava persino in montagna a fare passeggiate. La truffa scoperta nel Varesotto dalla Guardia di …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg