Home > Ticino e Regioni > Locarnese e valli

Servizi sempre più su misura

23.11.2016 - aggiornato: 23.11.2016 - 10:02

L’Aiuto domiciliare del Locarnese prosegue sulla strada dell’innovazione: in uso un programma per ridurre la rotazione del personale come chiede l’utenza.

© Foto Crinari

di Maurizio Valsesia

 

L’Alvad ha raggiunto un grado d‘efficienza che farebbe invidia a un privato. L’Associazione locarnese e valmaggese di assistenza e cura a domicilio (l’ente ha come soci i Comuni locarnesi e, lo ricordiamo, opera sulla base di un mandato di prestazione siglato con il Cantone) si è riunita ieri in assemblea approvando i conti preventivi 2017 e le nomine statutarie per il quadriennio 2016-2020.

Dicevamo del grado di efficienza. Ogni anno, incontrando i giornalisti, il presidente del Comitato, dottor Stefano Gilardi (riconfermato), insieme al direttore amministrativo Gabriele Balestra e alla direttrice sanitaria Marina Santini,  non soltanto snocciolano cifre positive che attestano quindi il rispetto del contratto di prestazione siglato con il Cantone, ma illustrano gli ultimi passi compiuti dall’Alvad per migliorare i servizi erogati. Migliore necessarie per stare al passo di un settore in evoluzione.

Uno dei temi cari anche ai pazienti è quello della rotazione del personale. Tipica la frase di un utente o dei suoi famigliari: “Siamo soddisfatti del servizio, peccato che cambi spesso il personale”. «Comprendiamo queste considerazioni – ammette il direttore Balestra – perché una frequentazione continua favorisce i rapporti umani. Purtroppo però non è possibile, in particolare per i pazienti acuti. Ovviamente il nostro personale non può operare 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Tuttavia cercheremo di ridurre il più possibile il numero di operatrici/operatori sul singolo caso. Stiamo investendo in un nuovo programma gestionale che metterà in collegamento gli operatori sia tra loro che con la sede. Utilizzabile su un semplice smartphone o su un tablet, consente, ad esempio, di modificare in tempo reale gli spostamenti di un’operatrice. È dotato anche di un programma di messaggistica grazie al quale il personale non è più costretto a rientrare in sede per ricevere informazioni e aggiornamenti». Non è tutto. «Stiamo maturando l’idea – aggiunge Marina Santini – di creare per ogni caso la figura dell’infermiera di riferimento. Non significa che sarà sempre lei a seguire il caso, come abbiamo visto non è possibile, ma fungerà da punto di contatto con la famiglia».

«Un’altra novità – aggiunge il dott. Gilardi - che vogliamo introdurre è tesa a favorire il passaggio dall’ospedale al domicilio, incontrando il paziente negli ultimi giorni di degenza nel nosocomio affinché l’infermiera Alvad di riferimento, insieme ai famigliari, possa predisporre tutto il necessario per un passaggio senza shock (pensiamo ai molti anziani con problematiche psichiche; magari dimessi il venerdì, con le famiglie o i compagni/e che si ritrovano d’un tratto senza più punti di riferimento per due giorni. Non è raro che il quadro clinico torni a peggiorare e la persona venga di nuovo ospedalizzata. Un esempio di aumento dei costi della salute che si potrebbe evitare armonizzando meglio i servizi». Il costo medio per utente resta basso nel caso dell’Alvad. «Non perché risparmiamo sulle prestazioni - puntualizza Gilardi -  bensì perché ci organizziamo, proprio in ottemperanza con la legge che ha istituito gli aiuto a domicilio. In particolare valorizziamo – formandoli - i famigliari. Tutta questa progettualità (ndr. che ha spesso visto l’Alvad precursore in Ticino) ha un costo – ammette Gilardi – ma ci aiuta enormemente a risparmiare».

Il Comitato presieduto dal dottor Gilardi ha dovuto anche impegnarsi a livello cantonale per convincere la Commissione della Gestione del Gran Consiglio a proporre di congelare la tassa di 15 fr. per paziente chiesta dal Cantone nell’ambito delle misure di risanamento delle casse cantonali. «Abbiamo fatto notare che nei casi di pazienti che non potranno pagarla, perché in assistenza o al beneficio di altri aiuti sociali, la tassa finirà per essere versata dai Comuni. Ci rimette solo il ceto medio. Non mi sembra un buon sistema. Abbiamo ottenuto l’incarico di individuare una misura di risparmio entro il 2019».

Infine le nomine: oltre alla conferma del Comitato che si è ripresentato, alla presidenza dell’assemblea è stato confermato Pietro Matasci, subentrato all’ex presidente solo un anno e mezzo fa.

Locarnese e valli

Il trekking Ascona-Venezia compie 10 anni

Sono stati festeggiati al Porto patriziale con una proiezione e la mostra di foto di Massimo Pedrazzini. Anche quest’anno viaggi in catamarano.

Locarnese e valli

La Gendarmeria di Magadino tra la gente

Organizzate quattro giornate, tra luglio e agosto, a contatto con i residenti in Valle Verzasca e nel Gambarogno "per favorire i contatti e migliorare il servizio offerto …

Locarnese e valli

Così superammo l’anno senza estate

Una serata a Locarno per raccontare un anno terribile, il 1815, in cui anche il Ticino subì le conseguenze dell'esplosione del vulcano …

Locarnese e valli

Bignasco, container in fiamme

(LE FOTO) L'incendio è divampato ieri sera, giovedì, forse a causa di un sacco di cenere ancora attiva. Un episodio simile alcuni giorni fa al deposito del …

Locarnese e valli

Gambarogno: le FFS preparano i cantieri

Al via la messa in sicurezza delle aree e degli accessi di cantiere, la posa della segnaletica e la realizzazione delle infrastrutture per consentire l'avvio dei …

Locarnese e valli

Record di uccelli migratori alle Bolle

Ficedula e Fondazione Bolle di Magadino segnalano una grande concentrazione di specie alle Bolle di Magadino. Il merito è delle piogge di questi giorni.

Locarnese e valli

Rinato lo storico Hotel Fusio

Ieri la presentazione da parte dell’arch. Giovan Luigi Dazio. Dispone di 24 posti letto. Rigoroso restauro conservativo dell’albergo del 1880.

Locarnese e valli

Passaggio di testimone a TicinoSentieri

Dopo 24 anni il presidente di TicinoSentieri Ettore Cavadini passa le consegne a Stéphane Grounauer. 

Locarnese e valli

Ottimismo nel turismo sul Verbano

Nel 2017 a Locarno, dopo un 2016 positivo, la promozione è mirata alla Svizzera interna. AlpTransit è apprezzato, ma si chiedono anche treni diretti.

Locarnese e valli

Porte aperte al Papio

Ad Ascona sabato 8 aprile avranno luogo le porte aperte al Collegio Papio. Si potranno inoltre scoprire diversi progetti come quello della nuova mensa.

Locarnese e valli

Frana sulla strada a Orselina

Alcuni massi e detriti sono franati sulla strada che da Orselina conduce a Locarno Monti, in via alla Basilica. Il tratto interessato è totalmente chiuso al …

Locarnese e valli

Quando l'arte si fa in quattro

I Dicasteri cultura di Locarno e di Ascona, insieme alla Fondazione Ghisla Art Collection, hanno presentato il nuovo “Cultural Pass Ascona Locarno”. 

Locarnese e valli

Sacri Monti, ricostruita la loro storia

Affollata conferenza dello storico Lorenzo Planzi che ha presentato pagine sconosciute della Madonna del Sasso e di Brissago.

Locarnese e valli

Si è spento l'ex direttore del Giardino di Ascona

Conosciuto come la leggenda degli alberghi confederati, Hans C. Leu è scomparso all'età di 86 anni. Vinse il premio come "miglior albergatore della …

Locarnese e valli

"Il volo più bello in carriera? L'ultimo"

Il sindaco Tiziano Ponti racconta l’altra dimensione in cui ha vissuto per 35 anni, l’aviazione militare. Pilota, collaudatore e comandante della Base aerea di …

Locarnese e valli

Christa Rigozzi mamma di Alissa e Zoe

L'ex Miss Svizzera ha dato alla luce due gemelle ieri mattina alla Clinica Santa Chiara di Locarno

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg