Home > Ticino e Regioni > Mendrisiotto

Una "nuova" sagra a Mendrisio

07.09.2017 - aggiornato: 07.09.2017 - 09:55

Presentata ufficialmente la Sagra del Borgo che si terrà dal 22 al 24 settembre. Un rinnovamento per tornare a una festa delle tradizioni e dei prodotti locali.

© FOTO CHIARA ZOCCHETTI

di Andrea Finessi

 

Anche se la vendemmia non si fa più come un tempo, il vino resta uno dei prodotti della terra che incarna il sapore della tradizione e del gusto della vita. Tanto che per imparare ad apprezzarlo nelle sue sfumature, viene degustato, sorso dopo sorso, ispezionato e assaporato fino a carpirne tutto il valore. Una bellezza rubino che torna ad essere protagonista di uno degli eventi da sempre più apprezzati di Mendrisio, la sagra settembrina dell’uva che, come ampiamente preannunciato negli scorsi mesi, quest’anno si rinnova con un nuovo comitato e una nuova impronta a tutto l’evento in programma dal 22 al 24 settembre.

Una nuova direzione che mette al centro le tradizioni e i prodotti locali del Mendrisiotto, uva e vino in primis, che sarà possibile degustare nel bicchiere personale acquistabile in cassa. Sarà così possibile scoprire le circa venti etichette di vino messe a disposizione per le degustazioni dalle numerose cantine che hanno aderito alla Sagra. Le degustazioni si svolgeranno nelle due postazioni, una in Corso Bello, nei pressi di Banca Stato e l’altra all’inizio di via Stella. Come sempre la Sagra si svolgerà nel nucleo  del Borgo, inclusa la parte alta di via Rusca e via Prelato e, a scendere, fino al Piazzale alla Valle. Un percorso enogastronomico che si snoderà nel nucleo a partire dalle 10 di mattina fino alle 24, orario di chiusura per sabato, dopodiché chi vorrà continuare a far festa potrà farlo, ma all’interno dei locali che intendono restare aperti fino alle 2. Venerdì l’apertura è prevista alle 17, e viceversa allo stesso orario si prevede la chiusura di domenica 24 settembre.

L’idea, hanno ribadito ieri gli organizzatori (Vineria dei Mir, Civica Filarmonica di Mendrisio e FC Mendrisio), è quella di valorizzare il Comune più vignato del Cantone, dando modo ai visitatori di riscoprire le tipicità e la bellezza di Mendrisio. Le dieci corti che verranno aperte offriranno piccoli scorci di una bellezza nascosta della Città, ognuna di esse affidata ad associazioni e gruppi locali come da tradizione, per mescita e ristorazione. Oltre alle corti vi saranno alri 7 punti di sosta con mescita e ristorazione lungo le strade e altri 10 centri di ristoro con posti a sedere. Inoltre vi saranno quattro palchi su cui si esibiranno varie band e formazioni locali. Per i bambini l’intrattenimento con spettacoli e gonfiabili è previsto in Piazzale alla Valle, dove la “Bimbo fun” inscenerà sabato e domenica a partire dalle 14, degli spettacoli di magia e di marionette. Il programma dettagliato è consultabile sul sito www.sagradelborgo.ch.

Come ha spiegato il vicesindaco Samuel Maffi, questa nuova direzione alla sagra rappresenta «la perfetta simbiosi tra autorità comunale e comitato, perché abbiamo gli stessi obiettivi, i quali sono stati raggiunti, e si è lavorato secondo gli intendimenti del Municipio». In particolare, è stato ribadito, «si vorrebbe che questo diventasse un appuntamento immancabile per le famiglie e per tutti coloro che amano il territorio e i suoi prodotti». Parole a cui ha fatto eco il presidente della Filarmonica Giovanni Ielmini, il quale ha commentato che lo spirito con cui si vuole fare questa manifestazione è di rendere la sagra del Borgo «un contesto in cui la gente si rende conto che c’è una realtà che ha ancora qualcosa di bello da scoprire e da offrire, come dei profumi e dei sapori: è per questo che vogliamo che la sagra sia in particolare vissuta di giorno». Sicuramente ci vorrà del tempo per rodare al meglio la nuova organizzazione, ma - come ha spiegato il presidente del comitato organizzatore, Massimo Tettamanti - «le soluzioni trovate hanno riscontrato diversi apprezzamenti», tanto che, in particolare, «la parola più sentita tra i produttori di vino è stata “finalmente”». Soddisfatti infine anche i negozianti, che non avranno le vetrine oscurate dalle bancarelle, nella speranza di qualche incasso in più.

L’ingresso alla Sagra costerà 8 franchi (gratuito per i residenti nel nucleo e per i minori di 14 anni) al giorno, incluso un buono per lo zucchero filato per i bambini. Per chi sceglierà i mezzi pubblici sono state organizzate due corse speciali venerdì e sabato con partenza da San Giovanni alle ore 00.17, mentre le FFS mettono due treni speciali verso Bellinzona alle ore 01.36. La piana di San Martino sarà aperta e utilizzabile quale posteggio con una navetta gratuita a fare da spola con San Giovanni. In tarda serata sarà attivo anche il servizio Nez Rouge.

Da ultimo una nota particolare sulla sicurezza: in conferenza stampa ha preso la parola anche il Comandante della Polizia comunale di Mendrisio Patrick Roth il quale ha lasciato intendere di aver preso seri provvedimenti sia sul fronte dell’ordine pubblico, sia per altri tipi di minacce allo svolgersi della manifestazione. In particolare, Roth ha sottolineato che la Polizia sarà «molto visibile» e attenta, pronta, se necessario, anche a «intervenire contro l’eventuale insudiciamento di luoghi pubblici» da parte di persone moleste. Insomma, sarà proprio un’altra Sagra.

 

Mendrisiotto

Per le testuggini d’acqua serve un'oasi

Pubblicate a Mendrisio e Stabio le richieste di licenza edilizia per gli interventi di ripristino della palude di Colombera, sito per la riproduzione dei rettili tutelato …

Mendrisiotto

L'AS Castello compie mezzo secolo

La squadra celebrerà il 2 settembre il suo 50mo compleanno, per il quale è stato edito un libro che ne ripercorre la storia, con aneddoti, interviste e …

Mendrisiotto

La via sublime al Generoso

La SAT Mendrisio ha concluso la prima fase dei lavori di ripristino della “variante”: l'ardita via delle Guardie di confine che da Perostabbio porta fino in …

Mendrisiotto

Fiamme in un appartamento a Chiasso

(LE FOTO) L'incendio è avvenuto alle 12 in una palazzina di Via Guisan. Nessun ferito. Il rogo ha interessato la cucina.

Mendrisiotto

L'ultimo saluto a Diakite Youssouf

(LE FOTO) Al cimitero di Balerna la cerimonia di commiato del 20enne migrante maliano, morto sul tetto di un treno alla stazione FFS.

Mendrisiotto

Chiusura notturna dell'A2 a Mendrisio

Traffico deviato da sabato 25 marzo alle 23.00 a domenica 26 marzo alle 8.00 per consentire l'unione dei due nuovi viadotti della Tana, recentemente realizzati.

Mendrisiotto

Mendrisio si accende di blu

Il Borgo scelto come luogo centrale in Ticino della giornata per la consapevolezza dell’autismo: sabato 1 aprile ospiterà tanti eventi per sensibilizzare sul …

Mendrisiotto

Cordoglio a Balerna per il giovane maliano

Un momento di riflessione e preghiera guidato da don Marco Notari per il giovane migrante morto. Anche il Vescovo di Lugano ha partecipato con un messaggio.

Mendrisiotto

AIM: "Ecco perché votare sì"

Il capo dicastero Marco Romano spiega, in un'intervista, i tanti benefici per i cittadini con l'approvazione della trasformazione delle aziende industriali di Mendrisio …

Mendrisiotto

Lavori lungo via artisti Pozzi

Prenderanno il via lunedì 6 febbraio per il completamento del marciapiede e il rifacimento del tombinone nei Comuni di Mendrisio e Castel San Pietro.

Mendrisiotto

Si è spento don Ezio Lozza

Il parroco di Rancate è deceduto giovedì mattia all’Ospedale Beata Vergine di Mendrisio in seguito a un malore improvviso.

Mendrisiotto

Lo sguardo rivolto ad Haiti

Le parrocchie di Balerna, Mendrisio, Novazzano e Vacallo uniscono gli sforzi  per la colletta natalizia a sostegno della missione di Anse à Veau-Miragoâne …

Mendrisiotto

Principio di incendio a Balerna

I pompieri sono intervenuti presso una ditta situata in via Magazzini Generali a Balerna, domando sul nascere il rogo di un macchinario.

Mendrisiotto

In dogana con 25 kg di marijuana

A trasportarli è stato un cittadino serbo di 63 anni fermato sabato al valico di Brogeda mentre stava per entrare sul territorio elvetico.

Mendrisiotto - Incidente sul lavoro

Operaio ferito a Morbio Inferiore

Stava lavorando su una navicella a 20 metri d'altezza per smontare delle lampade, quando la sua mano è rimasta incastrata tra il palo delle luci e il corrimano dell …

Mendrisiotto

"Il Cantone ci toglie l'autonomia"

Piermaria Calderari, capodicastero Pianificazione di Mendrisio, prende posizione sulla bocciatura da parte del Governo cantonale del progetto di un autosilo ad Arzo.

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg